Skip to content

Introduzione a Vico


Il progetto di una scienza della storia umana

Il contributo più significativo che Vico ha lasciato alla storia del pensiero seicentesco consiste nell’indagine attorno ai principi di una conoscenza scientifica della storia, che deve avvalersi perciò del metodo che la filosofia e la scienza seicentesca hanno formulato per la conoscenza della natura. Il mondo storico, essendo stato fatto dagli uomini può essere conosciuto con verità dalla mente umana. La conoscenza scientifica del mondo delle nazioni servirà da un lato a confutare, le false credenze riguardanti le epoche passate.; dall’altro servirà a far luce sull’infanzia dei popoli e sulla mentalità delle prime età dell’uomo.
In questo modo Vico si propone di combattere quello scetticismo imperante che era il frutto delle controversie che avevano attraversato tutto l’Umanesimo e il Rinascimento, colpendo non solo la storia profana ma anche quella sacra. Vico allora si propone di riaffermare anche la validità storica della tradizione ebraica e cristiana fortemente discussa fino a quel momento.

L’ambiente napoletano e le fonti i Vico

La precoce frequenza di un collegio di gesuiti permette a Vico di conoscere la scolastica e il pensiero della tradizione umanistica e classica. Lo studio della giurisprudenza e la laurea sia in diritto canonico che in diritto civile, gli aprono la strada ad una conoscenza approfondita dell’uomo e del suo viver in società.
È lo stesso autore che nella sua Autobiografia ci indica gli autori che per lui sono stati dei padri: Tacito, Platone, Bacone, Grozio. E se di Platone egli accoglie quel desiderio di guardare all’uomo come “deve essere” ma allo stesso critica il fatto di puntare soprattutto all’idea senza considerare le rozzezze di cui l’uomo si sporca nella sua vita quotidiana, in Tacito vede all’opposto lo storico, che rappresenta ruvidamente e senza sconti l’uomo qual è.
di Carlo Cilia
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.