Skip to content

L'entrata nei gruppi e le strategie del nuovo arrivato

Il modello della socializzazione di gruppo di Moreland&Levine descrive e spiega il passaggio degli individui attraverso i gruppi, per chiarire i cambiamenti di natura affettiva, cognitiva e comportamentale che i gruppi e gli individui producono l'uno sull'altro dal momento in cui il gruppo si costituisce sino al momento in cui si scioglie, in quanto nei processi di socializzazione sia i gruppi, sia gli individui che li compongono esercitano e subiscono influenza reciproca. Questo modello si applica principalmente a piccoli gruppi, autonomi, volontari, dove i membri interagiscono in modo regolare, hanno legami affettivi gli uni con gli altri e sono interdipendenti dal pdv comportamentale (gruppi di lavoro, squadre sportive, ecc.).
La loro teoria considera sia l'individuo sia il gruppo come agenti attivi di influenza reciproca, e presuppone che la loro relazione cambi in modo sistematico nel corso del tempo, e si basa su tre processi psicologici, ognuno dei quali può essere considerato dalla prospettiva sia del gruppo sia dell'individuo.
di Manuela Floris
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.