Skip to content

L’informazione: dalla sezione all’istituto di ricerche

Nella turbopolitica l’informazione rappresenta la linfa vitale del sistema.
L’informazione ha un ruolo attivo perché promuove l’evoluzione dei protagonisti e ridefinisce pratiche, logiche e finalità del loro confronto.
La competizione si sposta sul terreno della comunicazione e i partiti si trasformano in strutture pensate e organizzate per comunicare.
Oggi i partiti dispongono di fonti informative dirette infatti essere soggetti comunicativi autonomi e attivi  è essenziale per i protagonisti della turbopolitica.
Una scena pubblica frammentata ha fatto da sfondo all’affermarsi delle grandi organizzazioni di massa e a partiti divenuti protagonisti assoluti della comunicazione.
In Italia esistevano circuiti informativi autonomi e poco permeabili verso l’esterno che si reggevano sul diretto controllo della propria informazione.
I partiti erano in grado di produrre informazione necessaria per lo sviluppo della propria organizzazione; negli anni’50 la comunicazione politica era costituita su sistemi comunicativi autosufficienti e autonomi dove il militante leggeva stampa di partito e trascorreva al propria esistenza all’interno di un’area omogenea e coerente.
La nascita di un sistema dell’informazione indipendente e di una piazza elettronica da tutti accessibile ha mandato in frantumi i circuiti comunicativi mettendo partiti e leader al centro di una scena pubblica mediatizzata molto competitiva dove l’informazione è sia una risorsa che una necessità.
di Anna Carla Russo
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.