Skip to content

La causa del contratto: la collaborazione e la sua relazione d scambio con la retribuzione

Nel contratto di lavoro subordinato, come negli altri contratti tipici, la funzione o causa è individuata in astratto dal legislatore il quale la identifica nello scambio tra le obbligazioni del prestatore e del datore di lavoro e dunque tra la collaborazione e la retribuzione.
La subordinazione, invece, può essere definita come l’effetto giuridico essenziale del contratto: essa si identifica con la prestazione di lavoro alle dipendenze e sotto la direzione dell’imprenditore ed insieme si presenta come il contenuto del vincolo obbligatorio (e quindi della situazione soggettiva).
Nella struttura dell’obbligazione di lavoro, l’elemento oggettivo è rappresentato non dalla subordinazione ma dalla collaborazione.
Questa sottolinea l’importanza dell’aspettativa del creditore al risultato della prestazione.
Non si tratta del risultato finale dell’organizzazione produttiva nel suo complesso, ma del risultato dell’attività prestata dal lavoratore nell’adempimento della sua obbligazione.
La collaborazione nell’impresa si identifica, insomma, con lo scopo tipico della prestazione e quindi con la stessa causa individuatrice del tipo negoziale del contratto di lavoro subordinato.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.