Skip to content

La cultura di Internet

La cultura dei produttori di internet ha plasmato il mezzo (sociotecnologia), i produttori/utenti hanno un effetto diretto nel sistema tecnologico, e i benificiari delle applicazioni sono i consumatori/utenti. La cultura di internet è quella dei suoi creatori ed è caratterizzata da una struttura a quattro strati: lo strato tecno-meritocratico, quello hacker, quello comunitario virtuale e quello imprenditoriale. Insieme contribuiscono a formare un’ideologia della libertà di Internet. La struttura si pone gerarchicamente articolando ogni livello nel sottostante:
La tecno elite si articola come cultura hacker fornendone regole e cooperazione su progetti tecnologici; la cultura hacker si articola a livello sociale nella comunità virtuale slegando l’interazione dal mero sforzo tecnologico; La cultura imprenditoriale si snoda al di sopra di quella hacker e virtuale diffondendo i risultati prodotti a tutti gli strati della comunità.
Da ricordare che senza la meritocrazia tecnica gli hacker sarebbero una comunità di secchioni, senza la cultura hacker le comunità virtuali sarebbero uguali a molte altre e la società imprenditoriale non si caratterizzerebbe come specifica per il settore. Da sottolineare che Bill Gates ha negato questa particolarità costituente della natura del mezzo rappresentando la corrente imprenditoriale senza condividere i valori fondanti.

di Asia Marta Muci
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.