Skip to content

La definizione economica di ambiente

Nei sistemi aperti è importante l’interscambio con l’ambiente, il fattore essenziale per la sopravvivenza. Da tale concetto possiamo inquadrare i rapporti fra le imprese e le altre organizzazioni politiche, sociali o culturali partecipanti alla vita della società.

L’ambiente può essere inteso come il contesto generale all’interno del quale l’impresa è chiamata a svolgere le sue funzioni, definito da una serie di condizioni politiche, legislative, sociali, culturali ed economiche, che determinano il sistema di vincoli-opportunità entro cui dovrà trovare sviluppo. L’ambiente può essere scomposto in quattro sub-sistemi generali: sistema o ambiente politico-istituzionale, culturale-tecnologico, demografico-sociale, economico.

Il sistema o ambiente politico-istituzionale è definito dalla forma di governo e dall’ordinamento legislativo del territorio. Esso influenza la vita dell’impresa, il cui ruolo e le cui alternative di gestione possono essere vincolate dalle leggi, dagli interventi e dai controlli dei poteri pubblici.

L’ambiente culturale-tecnologico può intendersi come il contesto in cui si affermano le manifesta-zioni della vita materiale, sociale e spirituale di un popolo. La cultura influenza sia coloro che operano nell’impresa, sia i gruppi esterni. I suoi effetti si hanno non solo sul sistema di valori della società, ma anche sull’avanzamento delle conoscenze e sul migliore uso delle risorse disponibili.

L’ambiente demografico-sociale è ancora più importante in presenza di mutamenti nella struttura della popolazione. Sotto il profilo più sociale, va osservato che ciascun individuo, in base a professione e capacità intellettive, tende a collocarsi in una certa classe sociale e a muoversi al suo interno per raggiungere posizioni superiori. Poiché tale ambiente risente fortemente del contesto politico e culturale, difficilmente può essere considerato come un sub-sistema a sé.

L’ambiente economico coinvolge la sfera di rapporti che vede l’impresa quale protagonista nei confronti dell’aggregato politico-sociale. Esso può differenziarsi sotto molteplici profili, fra i quali i più importanti concernono il meccanismo di regolazione della vita economica e la proprietà dei mezzi di produzione. In relazione al primo, si hanno le forme dell’economia di mercato e di piano; mentre col secondo si distingue tra economie liberiste e collettiviste.
di Domenico Valenza
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.