Skip to content

La dichiarazione dei tributi doganali

Ogni operazione doganale, vale a dire la destinazione al consumo di merci all’interno o all’esterno del territorio doganale, deve essere preceduta dalla presentazione di apposita dichiarazione.
Questa deve essere prodotta dal proprietario delle merci ovvero dal suo rappresentante.
Dalla dichiarazione, redatta su stampati conformi ai modelli approvati con decreto del Ministero dell’economia e delle finanze, devono risultare:
a. le generalità del proprietario delle merci, del rappresentante di quest’ultimo e di coloro per conto dei quali l’operazione doganale viene effettuata;
b. i luoghi di origine, di provenienza e di destinazione delle merci;
c. la descrizione delle merci, comprensiva della posizione di tariffa doganale, della qualità, della quantità, del valore e di ogni altro elemento occorrente per la liquidazione dei diritti doganali;
d. l’importo dei singoli tributi gravanti sulle merci.
La dichiarazione non può essere presentata finché le merci non siano pervenute negli spazi doganali; ma l’ufficio doganale può consentirne la produzione in un momento anteriore, onde permettere l’espletamento anticipato di adempimenti preliminari, ma la dichiarazione è destinata ad essere formalmente accettata solo dopo l’arrivo delle merci.
La dichiarazione nulla quando presenti cancellature o altre alterazioni e ovvero manchino elementi con riguardo ai quali non è consentita l’integrazione.
In ogni caso, la nullità non può essere fatta valere dal contribuente una volta che la dichiarazione sia stata accettata dalla dogana.
Infine, in deroga alle disposizioni testé esaminate, si reputa legittima una dichiarazione meramente verbale per l’importazione e l’esportazione definitiva di merci di ridotto valore o per le merci che i viaggiatori portano per loro uso personale.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.