Skip to content

La differenziazione retributiva in relazione alle mansioni

Un altro aspetto della divisione del lavoro è la differenziazione delle retribuzioni in relazione alle mansioni.
Le diverse mansioni danno luogo a diversi compiti o prestazioni di lavoro, le quali a loro volta possono presentare un diverso grado di complessità o di penosità.
Di qui l’esigenza di una differenziazione delle condizioni della prestazione e della retribuzione del lavoro.
Questa valutazione non è arbitraria, ma dipende dal mercato del lavoro che è il mercato delle qualifiche e non già di una generica ed indifferenziata forza-lavoro.
Proprio questo spiega come la valutazione del lavoro, con riferimento alle diverse mansioni, nella generalità dei casi venga determinata non dalla contrattazione individuale, bensì da quella collettiva, la quale a tal fine opera una vera e propria tipizzazione delle mansioni ed una loro classificazione su una scala (c.d. ventaglio) che le pone in ordine di valore, raggruppandole in entità classificatorie (dette categorie contrattuali), in base ad un comune denominatore generalmente costituito dal tipo di capacità professionale richiesto per il loro svolgimento.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.