Skip to content

La giurisprudenza e il suo ruolo nella diffusione del diritto romano

Anche la giurisprudenza svolge in Europa un ruolo secondario che favorisce la recezione del diritto romano:
Germania
In Germania l’influenza del diritto romano fu molto più profonda che in altri Paesi europei.
La ragione è da ricercarsi nella situazione politica: la disgregazione dell’Impero che porta a un lungo periodo di frammentazione degli ordinamento politici.
Il feudalesimo germanico è diverso dal feudalesimo inglese o francese, controllati da un potere regio più o meno forte.
La frammentazione portò indubbiamente a favorire la recezione del diritto romano.
Non vi era infatti un diritto privato comune tedesco.
La Germania medievale non ha organi centrali giudiziari e politico-amministrativi che possano gettare le fondamenta di un diritto tedesco unificando le fonti locali.
Pertanto la giurisprudenza può aver avuto una certa importanza a livello locale, ma non a livello nazionale: di qui la naturale e totale romanizzazione del diritto privato tedesco e l’impossibilità di parlare di un Deutsches Privatrecht, cui contribuisce non poco anche la prassi della richiesta di pareri che i giudici rivolgono alle università in casi dubbi che saranno evidentemente risolti alla luce del diritto romano.
Paesi latini
Anche qui la giurisprudenza è debole, anche qui la recezione è pressoché totale.
Bisogna attendere il XVIII secolo perché in Savoia, a Napoli e nella penisola iberica i giudici siano liberi dall’obbligo di seguire la communis opinio doctorum.
In sostanza, c’è nell’Europa medievale una giurisprudenza debole che non è in grado di resistere all’influenza del diritto romano.
L’eccezione è ancora una volta, e non casualmente, la Francia: il primo Stato moderno del continente europeo.
In certi settori grande è l’influenza del diritto romano, ma il vero diritto comune è dato proprio dalla giurisprudenza dei parlamenti raccolta in repertori.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.