Skip to content

La spinta delle fonti comunitarie: F.S. s.p.a. da società operativa a holding - prima fase

Il processo di privatizzazione ha subito la spinta delle fonti comunitarie, sviluppandosi sia verso la privatizzazione formale del soggetto vettore sia verso la separazione della gestione dell’infrastruttura dall’esercizio dell’impresa di trasporto.
Dapprima, trova spazio grazie alla direttiva 91/440/CEE, relativa allo sviluppo delle ferrovie comunitarie ed attuata nel 1998, e le direttive 95/18/CE (licenze delle imprese ferroviarie) e 95/19/CE (ripartizione della capacità di infrastruttura e riscossione dei diritti di utilizzo dell’infrastruttura). Vengono definite le strutture normative portanti per l’evoluzione del regime già di monopolio pubblico, verso quello di libero mercato: nel 2000 la prima licenza in favore di Trenitalia, prima apertura del mercato dei trasporti ferroviari, con la liberalizzazione del settore del trasporto internazionale combinato di merci e di quello del trasporto internazionale effettuato da associazioni internazionali di imprese ferroviarie con sede nel territorio dell’U.E. La prima fase delle norme comunitarie non ha visto la fissazione di alcuna procedura particolare per la scelta del gestore concessionario dell’infrastruttura ferroviaria, rimanendo così una componente della holding Ferrovie dello Stato.
di Elisabetta Pintus
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.