Skip to content

Le difficoltà delle previsioni economiche

Dato che la politica economica influenza l’economia solo in ritardo, una politica di stabilizzazione efficace richiede la capacità di prevedere accuratamente la congiuntura economica futura. Sfortunatamente spesso l’evoluzione delle condizioni economiche è imprevedibile, almeno data la nostra attuale comprensione dei meccanismi che le governano.
Strumenti di previsioni economica:
indicatori economici: variabili che abitualmente hanno un movimento anticipato rispetto a quello dell’economia (una caduta marcata di un indicatore segnala la probabilità che si verifichi una recessione).
Modelli econometrici (elaborati da agenzie governative, da banche centrali o da società specializzate nell’analisi e nella previsione economica): questi modelli su vasta scala sono composti da svariate equazioni, ciascuna delle quali rappresenta un segmento particolare dell’economia. Essi permettono di realizzare previsioni sui tassi di inflazione e disoccupazione e su altre variabili endogene, dopo aver formulato ipotesi sull’andamento delle variabili esogene (come la politica monetaria, la politica fiscale e il prezzo del petrolio).
Ignoranza, aspettative e la critica di  LUCAS. Le aspettative hanno un ruolo fondamentale nell’economia, poiché influenzano ogni genere di comportamento economico. Esse dipendono da molti elementi, inclusa la linea di condotta del governo. Cosi quando i responsabili della politica economica stimano gli effetti di un nuovo provvedimento, devono valutare anche l’influenza che avrà sulle sue aspettative.
Lucas ha affermato che i metodi tradizionali di valutazione della politica economica (come quelli che si fondano su normali modelli econometrici) non tengono in adeguata considerazione gli effetti della politica economica sulle aspettative (critica di lucas).
Dato che le stime del tasso di sacrificio (che misura il costo associato alla riduzione dell’inflazione)sono spesso elevate, alcuni economisti affermano che i responsabili della politica economica dovrebbero imparare a convivere con l’inflazione, anziché incorrere nell’elevato costo di ridurla.
Secondo i sostenitori dell’approccio delle aspettative razionali, invece, queste stime del tasso di sacrificio non sono affidabili, in quanto soggette alla critica di Lucas. Le stime tradizionali del tasso di sacrificio si basano su aspettative adattive, cioè sull’ipotesi che l’inflazione attesa dipenda esclusivamente dall’inflazione passata (ipotesi verosimile solo in alcune circostanze).
di Alessia Chiovaro
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.