Skip to content

Le obbligazioni nascenti dalla legge

Le fonti legali di obbligazione sono:
➢ la gestione di affari altrui:
si ha la gestione di affari altrui nell'ipotesi in cui qualcuno si intromette negli affari di un soggetto che non è in grado di provvedervi.


Questa nasce da un fare e finisce con il compimento di atti giuridici. I presupposti per far si che la
gestione di affari altrui si applichi sono:
= impedimento dell'interessato a provvedere ai propri interessi;
= la consapevolezza del gestore di curare un interesse altrui;
= la responsabilità dell'intervento del gestore che non deve essere obbligato alla cura dell'affare.
= utilità iniziale della gestione.

Qualora ci fossero tutti questi presupporti vediamo:
1. in capo al gestore, l'obbligo di continuare la gestione intrapresa fino alla fine dell'affare;
2. in capo al gestore, le obbligazioni che gli deriverebbero da un mandato;
3. in capo al dominus, c'è l'obbligazione ad adempiere;
4. per il dominus, l'obbligazione di tenere indenne il gestore dalle obbligazioni;
5. per il dominus, un obbligo di rimborsare al gestore tutte le spese necessarie.

➢ La ripetizione di indebito:
l'adempimento di questa prestazione serve per estinguere un obbligazione.


L'indebito si suddivide in:
1. indebito oggettivo: che si ha quanto viene effettuato un pagamento benché non esista alcun debito;
2. indebito oggettivo, che si ha quando chi non è il debitore ma si crede tale paga il creditore.

Se un soggetto effettua un adempimento senza che ci sia il debito, chi adempie ha diritto alla restituzione della prestazione non dovuta; cioè la ripetizione di indebito. Non dà luogo alla ripetizione di indebito l'adempimento di un'obbligazione naturale. L'azione di ripetizione dell'indebito è un'azione personale.

➢ L'ingiustificato arricchimento:
la legge non consente che un soggetto si arricchisca a sfavore di un altro soggetto. Per chi si comporta scorrettamente la legge ha concesso l'azione di ingiustificato arricchimento che ha carattere sussidiario.


I presupposti sono:
1. arricchimento di un soggetto;
2. diminuzione del patrimonio di un altro soggetto;
3. arricchimento e impoverimento derivano dallo stesso fatto;
4. mancanza di una causa giustificativa.
di Adriana Capodicasa
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.