Skip to content

Marshall McLuhan - Il telegrafo

Il telegrafo è un media freddo che ha dato inizio all’estensione del sistema nervoso in quanto è uno dei primi mezzi che si avvale della tecnologia elettrica. Inizia la fase con cui la separazione della funzioni e la divisione in fasi, spazi e compiti tipici dell’era meccanica, vengono a dissolversi sotto l’azione istantanea dell’elettricità. I media elettrici creano costantemente un campo totale di azioni ed eventi interdipendenti al quale partecipano tutti gli uomini. La simultaneità della comunicazione elettrica rende ognuno di noi presente ad accessibile ad ogni altra persona, questa nostra compresenza è in parte passiva.
L’elettricità è visiva ed auditiva allo stesso tempo, ma è soprattutto tattile.
Nonostante inizialmente fosse subordinato alla ferrovia e al giornale, lo sviluppo del telegrafo conobbe una crescita senza pari; con il telegrafo venne rivoluzionato l’intero metodo di raccogliere e presentare notizie; poiché lo notizia divennero molte di più delle precedenti e presentarono un quadro molto più chiaro della situazione rappresentata, l’opinione espressa dai giornalisti era molto meno considerata.
 Mentre il mondo cominciava ad approfittare della compresenza non spaziale resa possibile dal telegrafo, Kierkegaard pubblicava: Il Concetto dell’angoscia. Iniziava così l’era della Ansia.
Il telegrafo per primo diede la dimensione immediata ed inclusiva dell’interessa umano, della compassione.
di Asia Marta Muci
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.