Skip to content

Marshall McLuhan - La tecnologia è come una narcosi

Il nome Narciso in greco significa “torpore”,  come nel mito, ogni uomo è soggetto al fascino di ogni estensione di sé riprodotta in un materiale diverso.
Gli studiosi sostengono che l’uomo crea le estensioni per cercare una forma di equilibrio, le estensioni sono una forma di “auto-amputazioni” che sono utilizzate dal corpo quando non riesce ad individuare o ad evitare la cause dell’irritazione. Ad esempio, creiamo spesso situazioni artificiali che ripetono le irritazioni e le pressioni della vita attraverso le regole controllate del gioco o della competizione.
Spesso lo stimolo all’invenzione auto-amputativa è l’accelerazione del ritmo e l’aumento del carico.  Dal fastidio di non poter più adempiere a crescenti necessità nasce la tecnologia (es. dall’incapacità di portare pesi, ossia dal surriscaldamento dell’uso del piede, nasce l’invenzione della ruota).  Si ha un sollievo immediato dall’impiego dell’estensione, anche se crea un torpore dovuto ad una risultante nuova intensità dell’azione.
Piacere e confort offrono una motivazione in più alla risoluzione della causa di irritazione.
A seconda del senso o della parte che si estende, si cercherà poi una compensazione ed una chiusura tra gli altri sensi. (es. la radio ridesta il senso tribale, il cinema diminuisce l’importanza del mimo, del tatto e della cinestesi.)
Sul piano fisiologico: l’uomo è perpetuamente modificato dall’uso della tecnologia e trova sempre nuovo modi x estenderla.
Sul piano sociale: l’accumulazione delle pressioni e della irritazioni del gruppo suscita l’incentivo all’innovazione; le più grandi invenzioni sociali sono state mosse dalla guerra o dalla paura di essa.
Come ogni nostro senso è stato esteso, dobbiamo necessariamente intorpidire il nostro sistema nervoso centrale, l’era elettrica è dunque anche l’era dell’angoscia esistenziale immotivata, dell’inconscio e dell’apatia.
di Asia Marta Muci
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.