Skip to content

Maternage e cultura

Appare evidente come nelle cure materne siano presenti aspetti simbolici ( la festa, i riti, i sistemi di protezione ecc) aspetti relazionali e comunicativi (gli scambi di informazioni tra adulti, le interazioni tra adulti e bambini, il linguaggio verbale e non ecc) aspetti legati alla risposta ai bisogni di base e alle tecniche del corpo ( alimentazione, sonno, controllo fisiologico ecc) il sistema di maternage dunque ha a che fare con molti aspetti culturali con l’appartenenza a sistemi religiosi, con il passaggio e la trasmissione tra le generazioni dei modi e delle tecniche di accudimento che dal piano ontologico diventa pratica, comportamento, esperienza. Le cure materne rappresentano il nocciolo duro dell’identità; la situazione migratoria può provocare quindi forme più o meno gravi di dissonanza cognitiva determinata anche dal vuoto relazionale e comunicativo in cui si trovano a vivere le donne immigrate. Anche quando si vuole seguire la tradizione spesso essa nel paese ospitante perde di significato e il contatto con gli operatori alle volte rinsalda convincimenti ma può provocare anche disorientamento e sconforto. Pertanto vi è un tentativo diffuso di stabilire una sorta di alternanza dei codici e sincretismo tra le informazioni e le pratiche già conosciute del paese di origine e le informazioni e le pratiche proposte dagli operatori dei servizi del paese ospitante. Fra le donne immigrate è presente un patrimonio di saperi, tecniche, gesti che merita di essere conosciuto e valorizzato anche se spesso non è così profondamente radicato.
di Barbara Reanda
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.