Skip to content

SCHUMPETER: ECONOMIA E SOCIOLOGIA ECONOMICA

Schumpeter diede particolare importanza al problema della definizione dei confini tra «teoria economica», «storia economica» e «sociologia economica», senza trascurare la conoscenza della storia e del ruolo delle istituzioni.
Egli difende, infatti, la validità dell'economia neo classica, sottolineando però che per analizzare le attività economiche concrete occorre tenere conto della loro collocazione nel processo storico. Da qui l'importanza della storia economica, perché per il suo tramite è possibile comprendere come i fatti economici e quelli non–economici si combinino tra loro nell'esperienza concreta, e come tale combinazione cambi nel tempo.
D'altra parte, l'importanza che assumono i fattori non economici, cioè gli aspetti istituzionali, nel condizionare le attività economiche e la loro variazione nel tempo e nello spazio fa sì che si debba anche prendere in considerazione il contributo della sociologia economica.
di Antonio Amato
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.