Skip to content

Valore della consuetudine nel diritto inglese

Insieme alla giurisprudenza e alla legge è ricordata tra le fonti del diritto anche la consuetudine, che svolge ormai un ruolo assai limitato nell’ordinamento inglese, ove il carattere di “consuetudine immemorabile” è posto come condizione per la sua efficacia.
Con questa espressione si intende che la consuetudine può dirsi vigente solo se si può provare che essa è stata ininterrottamente osservata fin da epoca anteriore al 1189, il che risulta in pratica molto arduo se non impossibile.
Quello che è piuttosto utile ancora una volta ribadire è che il diritto inglese non è un diritto consuetudinario.
L’idea di un giudice che trova la soluzione dei casi nella consuetudine immemorabile del regno, su cui si fonda la teoria dichiarativa della common law, non è altro che una finzione volta principalmente a mascherare il ruolo creativo delle corti.
di Stefano Civitelli
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.