L'ambiente chiama: un premio all'ecologia:

12° Premio ecologia Laura Conti 2011

La Terra brucia. Sempre di più, e sempre più irreversibilmente. Gas serra, inquinamento industriale, polveri sottili, smaltimento inefficace dei rifiuti: fenomeni a cui è necessario porre un freno, per dare una sterzata vigorosa verso un approccio sostenibile all'ambiente.

Tra i personaggi più influenti che hanno cercato di introdurre una riflessione seria in Italia sui problemi dello sviluppo, dei limiti delle risorse e del rapporto tra crescita economica e conservazione della natura, c'è sicuramente Laura Conti, partigiana, scrittice e medico ancora prima di diventare un'ambientalista convinta.

La sua opera Che cos'è l'ecologia negli anni Settanta si è imposta da subito all'attenzione del pubblico, diventando un testo fondamentale per la formazione del movimento ambientalista che cominciava a prendere forma. La fama vera e propria però arriva con la campagna lanciata dopo il terribile disastro di Seveso del 1976, quando un incidente nell'azienda ICMESA di Meda provocò la fuoriuscita di una nube di diossina tra le più tossiche e pericolose. E' allora che Laura decide di affrontare la questione ecologica in modo attivo e organizzato, costituendo all'interno dell'ARCI la Lega per l'Ambiente, di cui sarebbe poi diventata presidente del Comitato scientifico.

A questa grande donna dal 1999 l'Ecoistituto del Veneto Alex Langer dedica un premio di laurea molto importante dedicato proprio all'ecologia e pensato per valorizzare un lavoro di ricerca, la tesi appunto, spesso fatto molto bene ma altrettanto spesso destinato a finire in un qualche archivio impolverato delle nostre università.

Ecologia, parchi, aree protette, turismo naturalistico, mobilità intelligente, gestione dei rifiuti urbani e industriali, riduzione e riciclo, natura e restauro ambientale, società sostenibile, problemi planetari e locali. Ma anche tecnologie appropriate, energie rinnovabili e risparmio energetico, educazione ambientale, movimenti e lotte ecologiste e nonviolente, economia ambientale, prevenzione della salute, consumo sostenibile, legislazione e amministrazione ambientale, rapporto tra specie umana e altre specie animali, riduzione e prevenzione dell'inquinamento di acqua, aria e suolo: sono questi i temi che possono concorrere al bando.

Il Premio Laura Conti prevede tre riconoscimenti: primo premio da 750€, secondo da 250€ e terzo una segnalazione sulla rivista Gaia. Le tesi partecipanti vengono anche archiviate sul sito www.ecoistituto-italia.org, che raccoglie ormai 1.500 opere.

Sono ammesse al concorso le tesi discusse dall'anno accademico 2000-2001 in poi presso un'università italiana. La scadenza è il 30 settembre 2011.

Info e bando: Ecoistituto del Veneto Alex Langer, tel. 041/935666 (da lunedì al venerdì dalle 17 alle 18); [email protected] www.ecoistituto-italia.org

Scade il: 30 settembre 2011

Per ulteriori informazioni: 12° Premio ecologia Laura Conti 2011