Gli Ingegneri Senza Frontiere premiano le tecnologie "appropriate":

Premio di laurea "Tattarillo"

Avvicinare i giovani ai temi della sostenibilità nel Sud del mondo. E' l'obiettivo del "Premio di laurea Tattarillo", promosso dalla sezione fiorentina di Ingegneria Senza Frontiere in memoria di Tommaso Fiorentino, ex studente di Ingegneria dell’Ambiente e del Territorio all’Università di Firenze scomparso nel 2003.
Un concorso attraverso il quale si vuole approfondire e divulgare il concetto di “tecnologia appropriata", che diffonde e trasferisce la conoscenza agli altri per promuovere modelli di sviluppo adeguati alle specifiche realtà socio-economiche e ambientali in cui si opera, coinvolgendo sistematicamente le popolazioni locali in tutte le fasi progettuali e mettendo al primo posto i loro bisogni effettivi.
Il Premio - tre riconoscimenti di mille euro ognuno - si rivolge a laureati di ogni facoltà italiana e straniera che abbiano discusso la tesi di laurea (di ogni livello) o di dottorato non prima del 1 gennaio 2009.
Il bando scade il 31 gennaio.

Scade il: 31 gennaio 2012

Per ulteriori informazioni: Premio di laurea "Tattarillo"