Le nuove frontiere competitive dell'information technology: il caso Linux e Windows

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Gianluca Olmo Contatta »

Composta da 109 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1653 click dal 05/10/2006.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.

 

 

Nello studio dei settori emergenti, l’innovazione riveste enorme importanza soprattutto a livello delle singole imprese, perché essa è fonte del loro vantaggio competitivo e del posizionamento interno. Definire una struttura di settore emergente precisa è impresa ardua. Si fa uso degli elementi più rappresentativi quali la tecnologia, la domanda e le barriere all’entrata.La tecnologia viene definita come l’insieme delle tecniche, delle procedure e dei compiti attraverso i quali si sviluppa l’attività di impresa o come il complesso degli strumenti e delle conoscenze che mediano tra input e output. In essa sorge poi anche la definizione stessa di innovazione tecnologica, intesa semplicemente come un’idea creativa tradotta in qualcosa di pratico o più complessamente come tutti quei cambiamenti che agiscono sull’impresa dal punto di vista delle tecnologie, che sono dovuti a seguito di azioni interne o esterne, e del cambiamento tecnologico come un processo cumulativo di piccoli miglioramenti interrotti da salti in avanti. Questi ultimi offrono forti miglioramenti nei rapporti tra prezzi e prestazioni di risultato rispetto alle tecnologie esistenti[…].L’ambiente competitivo dell’impresa è costituito dall’insieme di attori con i quali l’impresa stessa stabilisce interazioni “interne” o “esterne” nello svolgimento dell’attività economica. Il comportamento degli attori e la loro natura determina la condizione di un tale ambiente che sarà l’elemento di influenza nella realizzazione di possibili risultati. Esso risulterà così in una visione nuova, ovvero come l’insieme delle relazioni e degli attori che provvedono alla migliore realizzazione dell’attività economica, contrastando o favorendo lo svolgersi delle diverse componenti.Il secondo capitolo è dedicato all’analisi dell’evoluzione del settore informatico, inizialmente accennando sviluppi storici e poi puntando sul posizionamento delle imprese, sulle risorse e sugli standard da attuare. Raggiungere un posizionamento adeguato tramite la scelta di strategie, volte a realizzare la corrispondenza tra i punti di forza dell’impresa e le opportunità del mercato, puntando sia che alla capacità di posizionamento in funzione dei rivali e sia nell’identificazione di un gruppo di clienti, che si formano in funzione di un innovazione.Il terzo e il quarto capitolo sono dedicati all’analisi del caso pratico: Linux e Windows, la loro storia, la loro struttura, le differenze che sussistono nei due sistemi, il punto di vista delle aziende, l’importanza dell’information technology, la possibilità di utilizzo dell’uno o dell’altro sistema, quali sono i vantaggi e gli svantaggi, i costi di conversione e in generale i comportamenti nelle acquisizioni delle quote di mercato. Il confronto tra Windows e Linux è stato promotore di una straordinaria competitività nel settore dell’information technology, causando “scontri” tra utenti delle due corrispondenti fazioni. Diversi sono i prodotti, gli stili, i target e le filosofie. Windows si pone come pioniere della rivoluzione dei sistemi operativi, ed è semplicemente il promotore della diffusione dell’informatica, nelle case e negli uffici. Linux, invece, si è posto come rivale, second movers.Gli impatti economici della migrazione eventuale a Linux sono legati praticamente alla composizione di quattro categorie di costi: costi di acquisizione, costi di migrazione, costi di gestione, costi di supporto. I singoli costi non bastano a osservare la validità del cambiamento. La maggior parte del TCO dipende dai costi del personale tecnico e da quelli dei tempi di fermo. Inoltre, nel medio e nel lungo periodo le spese che incidono di più sono i costi relativi all'amministrazione e alla manutenzione dei sistemi. Passo successivo all’analisi dei costi, è l’analisi di come questi sistemi si prestano in un ambiente direttamente operativo come quello delle piccole e medie aziende, cioè i punta all’osservazione dei vantaggi e degli svantaggi che l’utilizzo di uno di questi sistemi comporta.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione La tesi si propone di affrontare le problematiche legate alle evoluzioni competitive dei settori emergenti, puntando l’attenzione sul caso aziendale che riguarda l’avvento del software libero nel mondo dell’information technology e, più specificatamente, sull’importanza che esso riserva, dal punto di vista dei costi e dei vantaggi e svantaggi, nella gestione d’impresa. Si analizzerà, pertanto, il caso Linux, l’innovativo sistema operativo generato da Linus Torvalds, in contrapposizione a Windows, il sistema operativo per eccellenza che, grazie a Microsoft, ha posto le basi per lo sviluppo di un informatica adatta a tutti. L’elaborato è suddiviso in 4 capitoli. Nel primo capitolo si analizzano le caratteristiche dei settori emergenti, laddove per settore emergente si intende un settore ad alto tasso innovativo (hightech), evidenziando, gli elementi che sembrano caratterizzarli, quali la tecnologia, la domanda, e le barriere all’entrata. Si passa poi alla composizione e spiegazione dell’ambiente competitivo e delle interazioni presenti in esso. In merito a ciò si osservano le cinque forze competitive del Porter, e quindi l’importanza delle relazioni concorrenziali e ambientali dell’azienda. Il primo capitolo si conclude poi con la considerazione degli elementi fondamentali nella formulazione delle strategie.