Skip to content

Disturbo Bipolare

L’elaborato esamina il disturbo bipolare sotto vari punti di vista: storico, scientifico, filosofico. La dimensione storica ha lo scopo di mettere in evidenza le origini e le scoperte fatte nel corso dei secoli da eminenti studiosi come, ad esempio, Kraepelin nonché le intuizioni di filosofi quali Socrate ed Aristotele, inoltre vuole sottolineare la continuità fra il passato e le scoperte recenti fatte in tale ambito di ricerca. In questo modo si possono cogliere le differenze, ma anche le somiglianze, di alcune caratteristiche di questo disturbo come, per esempio il “legame” fra la creatività e determinati aspetti di questa patologia, intuita fin dai tempi dei filosofi greci. Verrà presa in considerazione anche la mitologia, per mostrare come determinate “manifestazioni” assumano un valore simbolico e storico radicato fin dai tempi antichi e come questo abbia influenzato e plasmato la letteratura, la filosofia, le scienze umane in generale.
L’elaborato analizza, inoltre, i vari tipi di disturbo bipolare da un punto di vista scientifico, accompagnato da testimonianze di pazienti che hanno vissuto in prima persona i sintomi di questa patologia. L’intento, già illustrato da F.K Goodwin e K. R Jaminson in Manic Depressive Illness, è quello di unire le conoscenze scientifiche all’esperienza “umana”, in modo da avere una visione completa che non sia solo la somma di dati e definizioni, ma che consenta al lettore di cogliere le esperienze e le riflessioni di chi ha vissuto tali stati. Il presente elaborato ha raccolto testimonianze provenienti da pazienti di vari Paesi, fra cui il nostro, per avere una dimensione variegata sia in ambito geografico che storico, infatti questi racconti spaziano dal passato al presente e da uno stato all’altro. E’interessante notare come, nonostante le differenze date da culture diverse e da momenti storici lontani fra loro, possiamo trovare delle somiglianze, una profondità di pensiero in cui il passato si rispecchia nel presente e nei vissuti di persone affette da questo disturbo a noi contemporanee.
Vengono anche affrontati i temi in merito alle cure farmacologiche e psicologiche della malattia ed il tema della relazione fra la creatività ed il disturbo bipolare.
Ogni capitolo pone dei quesiti e solleva delle problematiche in un’ottica “riflessiva” e dialogica, a cui l’elaborato tenta di dare delle risposte, alcune di esse sono: qual è il rapporto fra mania e malinconia? Quali studi sono stati fatti e cosa è stato scoperto nel corso dei secoli su questo disturbo? Come si cura oggi il disturbo bipolare e quali erano le cure nel passato? Cosa succederebbe se si potesse, in modo definitivo, eliminare questa “anomalia” genetica? Esiste un legame fra disturbo bipolare e creatività?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione L’elaborato parte dalla definizione di mania e melanconia e traccia un percorso storico che arriva fino al primo DSM. Vengono presi in considerazione gli studi di medici e filosofi nonché la simbologia mitologica e gli scritti di eminenti filosofi greci. Inoltre viene affrontato il tema degli “Asili”, dell’escusione sociale e delle trasformazioni che sono avvenute nel corso dei secoli, quali erano le cure oppure i rimedi che venivano utilizzati per alleviare i sintomi, per arrivare al concetto odierno di disturbo bipolare. L’elaborato prosegue con le definizioni attuali di mania e depressione, indaga i vari tipi di disturbi all’interno di quello che viene definito: “spettro bipolare”. Questa parte è accompagnata da testimonianze di pazienti che sono affetti da questa malattia. In seguito, viene dettagliata la diagnosi del disturbo bipolare nei vari periodi della vita: bambini e adolescenti, la delicata fase del post-parto, gli adulti. Inoltre la tematica del suicidio, tanto frequente in questo disturbo, viene presa in considerazione sia dal punto di vista scientifico che tramite testimonianze e riflessioni di pazienti. Infine viene analizzato il rapporto fra la creatività ed il disturbo bipolare, verranno esaminati i diversi studi fatti in tale ambito sia attraverso ricerche biografiche che su pazienti creativi a noi contemporanei. Infine verranno analizzati alcuni testi di autori affetti dalla malattia, particolarmente significativi sia da un punto di vista scientifico che letterario, cercheremo di dare una risposta alla difficile domanda: è possibile narrare la “follia”?

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Informazioni tesi

  Autore: Elisa Tosti
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2021-22
  Università: Università Giustino Fortunato
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Raffaele De Luca Picione
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 170

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l’utente che consulta la tesi volesse citarne alcune parti, dovrà inserire correttamente la fonte, come si cita un qualsiasi altro testo di riferimento bibliografico.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

disturbo bipolare

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi