Skip to content

Definizione di Servizio universale

I servizi infrastrutturali, ossia quei servizi che, per la loro erogazione, hanno bisogno di essere supportati dall’utilizzo di reti, hanno spesso determinate caratteristiche che consentono loro di essere forniti alla collettività da imprese private; tuttavia, un elemento di valutazione extracontabile ha portato a definirle come un obiettivo di servizio pubblico, altrimenti detto “servizio universale”. L’universalità non deriva dalla natura dei servizi (privata o pubblica), ma da una valutazione circa la loro rilevanza per la collettività all’interno del sistema economico. La fruizione del servizio dovrebbe essere dunque un diritto garantito indipendentemente dalle capacità economiche degli utenti e nel modo più uniforme possibile sul territorio nazionale. L’insieme dei servizi infrastrutturali ritenuti di pubblica utilità è il risultato di un processo che coinvolge aspetti storici, culturali, locali, e che richiede una verifica continua nel tempo.

di Nicola Peri

Visita la sua tesi » I servizi a rete: liberalizzazione e regolazione, con particolare attenzione al settore delle telecomunicazioni.