Skip to content

Definizione di ICT (Information and Communication Technology)

Se da un lato è possibile identificare gli elementi che costituiscono la ICT, dall’altro non risulta facile fornirne una definizione univoca, poiché non esiste una generale e condivisa definizione. Per sua natura il settore della ICT è un campo estremamente dinamico ed in continua evoluzione in ambiti temporali relativamente ristretti. Molte volte più che fornire una definizione della ICT si preferisce definire gli ambiti dove la ICT opera. In tal senso, l’Istituto Nazionale di Statistica Olandese (CBS) disegna una distinzione tra ambiti operativi della ICT: un primo ambito legato ad aspetti più propriamente industriali ed un secondo ambito legato al settore dei servizi. Questa definizione ricalca quella più generale operata dalla OECD, la quale opera una classificazione legata più che altro ai settori dove opera la ICT e, cioè:
- quello manifatturiero, ad esempio la fabbricazione di macchine per ufficio o di elaboratori e sistemi informatici; oppure la fabbricazione di apparati riceventi radio TV, per registrazione e riproduzione di suoni od immagini e prodotti connessi;
- il settore dei beni legati ai servizi, ovvero quelli legati alla distribuzione e al commercio all’ingrosso di macchinari per telecomunicazioni, apparati elettrici, computer etc.;
- il settore legato ai servizi immateriali, ovvero attività di radio e telecomunicazione, consulenze software e hardware, database activities, servizi di telematica o robotica, etc.;
- il settore legato all’industria dei contenuti, ad esempio pubblicazione di libri, supporti sonori, proiezioni cinematografiche, etc.
Seppure tale distinzione appaia limitativa, in quanto essenzialmente legata alla produzione industriale, nel corso degli ultimi anni ha acquisito sempre più rilevanza strategica l’aspetto legato all’utilizzo della ICT come strumento atto a produrre informazioni, nuova conoscenza e nuovi contenuti.
In tal senso possiamo dire che nella ICT si fondono differenti componenti, quali la computer technology (CT), le telecomunicazioni, l’elettronica e i media. Esempi in tal senso sono rappresentati dai PC, internet, telefonia mobile, TV via cavo, sistemi di pagamento elettronico, etc.
Quindi possimao dire che la ICT ha finito con il legare sempre più la componente Information Technology (IT) con quella relativa alla Communication Technology (CT). In particolare quando quest’ultima ha assunto vesti nuove, cioè con l’avvento delle tecnologie a rete, l’informazione ha finito con il perdere quella caratteristica rappresentata dall’elaborazione su macchine stand alone per divenire una componente condivisa con altre macchine di una rete (sia LAN che quella globale di internet).

di Antonio Caperna

Visita la sua tesi » Information Communication Technology per un progetto urbano sostenibile