Skip to content

Definizione di Obbligazione

Titolo di debito che nasce da un contratto di mutuo che si instaura fra l’emittente, il mutuatario, e i sottoscrittori, i mutuanti. Sono titoli tipici, espressamente disciplinati dalla legge, e complessi, perché incorporano il diritto principale al pagamento della somma indicata nel certificato e i diritti accessori, tra i quali il più rilevante è quello agli interessi. Le obbligazioni possono essere al portatore o nominative: nel primo caso la circolazione avviene con la semplice consegna dei certificati, nel secondo caso si fa riferimento alle norme in tema di trasferimento e di girata. Le forme più conosciute di obbligazioni provviste di opzioni presenti nel mercato italiano sono: le obbligazioni convertibili in azioni e le obbligazioni con warrant. In entrambi i casi si tratta di titoli a reddito fisso che, oltre alle caratteristiche proprie delle obbligazioni, danno al possessore alcune particolari facoltà. Nel caso delle obbligazioni convertibili la facoltà è la possibilità data al possessore di trasformare l’investimento obbligazionario in azionario, mentre per le obbligazioni con warrant il possessore ha la facoltà di fare un investimento aggiuntivo rispetto a quello obbligazionario in essere.

di Marco Albani

Visita la sua tesi » L'evoluzione della Borsa Italiana S.p.A.