Skip to content

Definizione di Job sharing

Tra le tipologie contrattuali ad orario ridotto, modulato o flessibile vi è la figura del contratto di lavoro ripartito. Si può sinteticamente osservare come il job sharing rappresenti un rapporto di lavoro peculiare, in cui due lavoratori, che condividono un unico posto di lavoro, assumono in solido nei confronti del datore di lavoro la responsabilità dell’adempimento di un’identica obbligazione di lavoro; questo implica che ciascun lavoratore sia responsabile non solo del proprio lavoro ma anche dell’operato del collega, dovendo provvedere in caso di sua assenza ad assumerne il ruolo e i relativi compiti.
L’istituto del contratto di lavoro ripartito, diffuso con il nome di job sharing già dalla fine degli anni ’60 negli ordinamenti statunitense e britannico, era, fino all’entrata in vigore del D.Lgs. 276/2003, sconosciuto alla legge italiana.

di Elisa Bertolo

Valuta questa definizione: