Skip to content

Definizione di EBIT/o.f.

Il quoziente è particolarmente utile poiché indica il grado di copertura che il reddito operativo è in grado di fornire al costo delle risorse finanziarie. Quando l’indice assume una valore minore di 1, l’EBIT sarà minore degli oneri finanziari. Il reddito generato dalla gestione operativa non è, cioè, sufficiente a remunerare il capitale acquisito per produrlo. In tal caso, a meno che non intervengano aggiustamenti conseguenti alla gestione straordinaria (o interessi attivi e dividendi particolarmente elevati), il risultato economico finale è negativo e l’impresa si trova in una situazione di grave tensione finanziaria. Ovviamente ciò non può che ripercuotersi negativamente sul giudizio di rating.
L’indicatore EBIT/o.f. è molto chiaro e può essere utilizzato in modo particolarmente efficiente. Il pregio di tale indice sta nell’analizzare congiuntamente il profilo finanziario con la dimensione patrimoniale ed economica (livello dei tassi e dei margini operativi).
I messaggi operativi che EBIT / o.f. segnala sono molto diretti:
- se è inferiore a 1, l’azienda è in perdita (in quanto i margini non sono in grado di sopportare il costo del debito) e in grave tensione finanziaria;
- se è inferiore a 2, ne deriva che l’azienda è in precario equilibrio finanziario per il fatto di avere un debito troppo costoso rispetto al rendimento del business o debiti già molto consistenti;
-se è maggiore di 5, è chiaro che l’impresa ha un potenziale d’investimento non sfruttato o delle capacità di restituzione del capitale proprio esuberante.

di Salvatore Romeo

Valuta questa definizione: