Skip to content

Definizione di Hub

Per hub si intende un punto contrattuale e di interconnessione dove convergono compratori e venditori per effettuare transazioni di gas naturale. Un hub può essere fisico o virtuale.
Un hub fisico (o point-specific hub) è un punto di interconnessione tra due o più gasdotti appartenenti a sistemi di trasmissione diversi, gestiti da differenti TSO1. Normalmente, in Europa questi hub si trovano alla frontiera tra due stati come ad esempio a Baumgarten in Austria, dove si allaccia il TAG. In alcuni casi, all’hub fisico si lega un “trading hub”, ovvero un mercato finanziario di contrattazione in cui si scambiano sia quantitativi di gas sia prodotti derivati, come nel caso di Zeebrugge in Belgio, che oltre ad essere un hub fisico in cui confluiscono il gasdotto dalla Norvegia, l’interconnector con l’Inghilterra e un rigasificatore è anche una borsa del gas, gestita dall’APX Gas ZEE, nella quale agiscono 55 controparti.
Un hub virtuale (o system hub), invece, è un mercato standardizzato che simula le condizioni di un hub fisico in cui avviene una negoziazione accentrata di partite di gas naturale che prescinde dall’esatta localizzazione del gas negoziato, incentrandosi piuttosto su quantitativi non specificati di gas presente nel sistema nazionale dei gasdotti. In altri termini, l’hub virtuale è una piattaforma finanziaria legata al sistema di trasmissione nazionale o regionale di uno stato in cui vari competitors scambiano quantitativi di gas indipendentemente dalla sua provenienza. Ciò diventa quello che comunemente si chiama “borsa del gas”. Lo svantaggio di questo tipo di hub è la ridotta flessibilità tecnica e commerciale tipica invece dell’hub fisico.

di Andrea Qualiano

Valuta questa definizione: