Skip to content

Definizione di ERP (Enterprise Resource Planning)

Soluzioni applicative in grado di integrare l'insieme dei processi operativi standard che stanno alla base delle varie attività gestionali di un'azienda automatizzando le routine organizzative.
Gli ERP si presentano come pacchetti software già integrati nella loro progettazione logica: tutti i database sono uniti e l'aggiornamento dei dati si svolge in maniera centralizzata ed unitaria, in modo che i Sistemi Operativi relativi alle diverse aree gestionali di una organizzazione siano tra loro integrati e comunicanti.
Si tratta di applicazioni che automatizzano e controllano il flusso di informazioni, gestendo ed indirizzando documenti, come ad esempio le voci della contabilità, senza la duplicazione dei dati e altri svantaggi tipici delle tradizionali gestioni organizzative.
I sistemi ERP si caratterizzano per:
1) LA MODULARITÀ: sono divisi in moduli funzionali che possono essere implementati autonomamente in relazione alle esigenze specifiche di ogni organizzazione.
2) L'INTEGRABILITÀ: offrono un'interoperatività sia interna, tra i vari moduli, sia esterna, con gli applicativi di altri attori (es. fornitori).
3) LA FLESSIBILITÀ: capacità di adattarsi facilmente alle mutate condizioni aziendali.
4) L'ACCESSIBILITÀ: rendere semplice l'estrazione dei dati per elaborazioni esterne.
5) LA CUSTOMIZZAZIONE: possibilità di attivare determinate funzionalità e fornire al sistema parametri di base che possono variare da azienda in azienda.
6) IL REPORTING: rendere semplice l'interrogazione dei dati negli archivi.
7) LA SICUREZZA: utilizzo di sistemi di protezione nella trasmissione e nell'elaborazione di dati in mdo da garantire la loro riservatezza e integrità.

di Pasquale Fabozzi

Visita la sua tesi » Rimborso Iva settore sanità