Skip to content

Definizione di Marchio

Qualunque elemento percepibile dai sensi che abbia funzione distintiva. Può consistere ad esempio in un simbolo, un disegno, una parola, una frase o qualsiasi altro elemento che sia in grado di contraddistinguere e rendere riconoscibili determinati beni (si parla in questo caso di marchio commerciale) o determinati fornitori di servizi (nel caso del marchio di servizio).
Effettuando la registrazione del marchio presso l'Ufficio Brevetti e Marchi, l'impresa ottiene il diritto di utilizzarlo in esclusiva, tutelandosi anche contro l'utilizzo da parte di altre imprese di marchi simili al punto da poter indurre in confusione il consumatore.
L'utilizzo di un marchio commerciale permette di differenziare i propri prodotti dando garanzia di qualità uniforme, comunicando al consumatore quale tecnologia e conoscenza siano incorporate nel prodotto stesso. Il marchio di servizio è poi fondamentale per le imprese erogatrici di servizi che, fornendo prestazioni immateriali, non possono basare sul prodotto la propria distinzione dai concorrenti; la qualità di un servizio dipende soprattutto da fattori immateriali, primi fra tutti il patrimonio di conoscenza e di esperienza in possesso del fornitore del servizio, che ne determinano la capacità di risolvere le problematiche per le quali il cliente vi si rivolge. Il marchio diventa allora simbolo delle qualità dell'impresa, della sua reputazione, professionalità, esperienza e conoscenza, grazie alle quali competere sul mercato.

di Andrea De Mitri

Visita la sua tesi » Knowledge Management: come creare conoscenza competitiva