Skip to content

Definizione di Incendio

La combustione è una reazione di ossidazione che avviene velocemente e con sviluppo di calore.

L'incendio (ovvero il processo di combustione) è dato dalla combinazione di tre elementi che devono contemporaneamente concorrere affinché esso si verifichi. In assenza di anche uno solo di essi, infatti, non si ottiene la combustione.
Essi sono:
1) Il combustibile, che è il materiale che è in grado di combinarsi chimicamente con il comburente (generalmente l'ossigeno);
2) Il comburente, che è la sostanza che alimenta la combustione mediante ossidazione del combustibile (processo di combustione);
3) Una sorgente che rilascia un'adeguata energia termica in grado di dare avvio al processo di combustione (raggiungimento della temperatura di “ignizione” del combustibile);

Occorre valutare, per determinare la pericolosità e le caratteristiche di un incendio, sia la velocità del processo di combustione sia la quantità di aria presente nell'ambiente dove questo si sviluppa, giacché da esse dipende il valore massimo di temperatura raggiunto.

Le fasi di sviluppo di un incendio
In generale si possono distinguere le seguenti quattro fasi:
● ignizione;
● crescita;
● incendio pienamente sviluppato (flashover);
● decadimento.

1) Ignizione: In questa fase ha inizio il processo di combustione: una sorgente termica riscalda il combustibile fino a portarlo alla sua temperatura di ignizione.

2) Crescita: L'incendio cresce.
Se l'oggetto che brucia è isolato da altro materiale, la combustione non si può propagare e si arresta per esaurimento del combustibile. Invece, se a contatto oppure vicino vi è un altro materiale combustibile, l'incendio si sviluppa.
Durante questa fase la temperatura media del locale è ancora relativamente bassa e l’incendio è localizzato nei pressi del punto d’inizio.

3) Incendio pienamente sviluppato (Flashover): Il flashover è definito come lo stadio di transizione da un incendio in crescita ad uno pienamente sviluppato nel quale tutti i materiali combustibili sono coinvolti simultaneamente nell'incendio.
Durante il flashover nel locale si registrano i seguenti cambiamenti:
a) Forte innalzamento della velocità di combustione;
b) Elevato rilascio del calore e, quindi, brusco aumento della temperatura;
c) Rilevante crescita della produzione di fumo e gas di combustione, e propagazione improvvisa della fiamma attraverso i gas ed i vapori incombisti che si sono accumulati sotto il soffitto.

4) Decadimento: Dopo aver raggiunto l'ignizione completa di tutti i materiali combustibili presenti nell'ambiente, il fenomeno inizia a rallentare per il progressivo esaurimento di combustibile e si avvia l'estinzione con graduale riduzione del flusso di calore generato.
La temperatura, dunque, inizia a diminuire.

di Alice Quaglia

Visita la sua tesi » Analisi degli effetti di un incendio in galleria tramite l'utilizzazione di un software specifico