Skip to content

Definizione di Dislessia

E' un disturbo nell’acquisizione della lettura in età evolutiva. Il deficit coinvolge la lettura strumentale, cioè la capacità di base di leggere. Si tratta cioè di quel tipo di abilità, le cui basi sono costruite nei primi anni di Scuola Primaria, che consente di riconoscere e di denominare le parole contenute in un testo in modo scorrevole e accurato. Nei soggetti dislessici, inoltre, si riscontrano difficoltà nella comprensione di un testo, intesa come la capacità di coglierne il significato, recuperando ed elaborando le rappresentazioni mentali di quanto si è letto. Tale difficoltà di comprensione non è legata all’acquisizione del significato in senso stretto, ma alla decodifica troppo lenta e stentata del testo. Le difficoltà nell’automatizzare processi di decodifica del linguaggio scritto si manifestano con un deficit nella velocità e accuratezza di lettura. Errori e lentezza caratterizzano sia la lettura ad alta voce che quella silente.

di Katia Pedrolli

Valuta questa definizione: