Skip to content

Definizione di Eterno ritorno

Dottrina del filosofo tedesco F. Nietzsche che ripropone, al culmine della modernità, un tema caro al pensiero greco (in particolare lo Stoicismo), modificandone il senso ed il significato.
Tesi controversa e variamente interpretata dai più grandi e significativi pensatori della contemporaneità (M. Heidegger, G. Deleuze, K. Jaspers, K. Lowith, solo per citarne alcuni), si presenta come la posizione ontologica nietzschiana con tutta la sua problematicità.
Il testo di riferimento per la sua comprensione è "Così parlò Zarathustra", ma fondamentali sono anche i "Frammenti Postumi", a partire dal 1881, mai pubblicati dal pensatore tedesco.

di Luca De Nicola

Visita la sua tesi » Gilles Deleuze e l'eterno ritorno di F. Nietzsche