Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Colpo di stato in Jugoslavia

6 gennaio 1929

Il sovrano jugoslavo, Alexandar, promuove un colpo di Stato, scioglie il Parlamento e impone la propria dittatura. La proclamazione della dittatura è accompagnata, e sarà seguita, da una serie di decreti che fanno luce sul carattere del nuovo regime. Una legge per la difesa del regno prevede la pena di morte o vent'anni di carcere per i colpevoli di terrorismo, sedizione o propaganda comunista; sono sciolti tutti partiti politici a carattere religioso o regionale e non si permette nessuna forma di associazione che non sia approvata dal governo; si sopprimono tutti i consigli comunali e distrettuali eletti; la legge sulla stampa è resa più severa così da impedire qualsiasi libertà di espressione; una legge sulla organizzazione del potere giudiziario dà alla corona facoltà di destituire i magistrati che sono così posti in balia del governo. A capo del sistema politico stanno il re e il consiglio dei ministri, i quali sono responsabili soltanto davanti al re.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

La Legge Galli
  Evento successivo

Ante Pavelic fonda il movimento degli Ustascia