Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Verso il Partito popolare: Rosy Bindi accelera i tempi

10 luglio - 11 luglio 1993

Ad Abano Terme, in un'assemblea costituente presieduta da Tina Anselmi, nasce il «Partito nuovo» d'ispirazione cristiana, ma «perfettamente laico, cioè autonomo dalla Chiesa». Si tratta di un progetto politico al quale hanno lavorato, per oltre sei mesi, esponenti di primo piano della cultura cattolica veneta, provenienti dal mondo universitario, dall'associazionismo, dalle forze produttive e sociali. Nel suo intervento introduttivo, Rosy Bindi avverte che non si intendeva battezzare una Dc rifondata, ma si vuole fondare il «Partito nuovo del Veneto». Un partito che non romperà con il cammino intrapreso dal segretario Martinazzoli, il quale anzi sarà incitato ad andare avanti nella costruzione della nuova formazione politica. A proposito del nuovo nome, il segretario veneto si augura che sia quello di Partito popolare perché sarebbe «un partito popolare democratico d'ispirazione cristiana, laico poiché la laicità fa parte del patrimonio genetico dei cattolici democratici».

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Franco Carraro commissario straordinario della Federcalcio
  Evento successivo

Gli antifascisti lanciano volantini su Milano