Skip to content

Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Il 'telegrammone' di Di Sangiuliano

11 agosto 1914

Il ministro degli Esteri, Antonino Di Sangiuliano, invia all'ambasciatore italiano a Londra, Guglielmo Imperiali, un lungo telegramma (noto agli storici come "il telegrammone"), nel quale spiega il conflittuale ed indeciso atteggiamento del governo italiano di fronte al conflitto mondiale: «Il governo italiano per lealtà verso Austria e Germania desidera vivamente di mantenere scrupolosa ed imparziale neutralità, ma in vista dei pericoli che possono derivare all'Italia da un mutato assetto dell'equilibrio territoriale nella penisola balcanica, nell'Adriatico, nel Mediterraneo ed in genere in Europa, e dei pericoli non meno gravi che possono derivare dal profondo risentimento destato in Austria e Germania specialmente nei circoli militaristi, dalla sua neutralità, ritiene possibile che debba decidersi a partecipare alla guerra a fianco di Inghilterra, Russia e Francia. Esso però, per ragioni economiche che profondamente influiscono sulla situazione politica interna e sulla preparazione materiale e morale del popolo italiano ai sacrifici ed ai rischi d'una grande guerra, non può neanche prendere in esame tale possibilità senza che le siano date tutta una serie di garanzie...».

Tesi correlate:

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

De Sivrac presenta il celerifero, la prima bicicletta
  Evento successivo

Inizia l’era delle telecomunicazioni via satellite