Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

La legge tedesca sulla procreazione medicalmente assistita

13 dicembre 1990

In Germania viene approvata la Legge sulla tutela degli embrioni, che regola la procreazione medicalmente assistita. Il modello di disciplina seguito da questa legge è quello dell'uso non penalmente illecito delle tecniche di fecondazione assistita: si tratta, più precisamente, di una legge penale che disciplina «l'uso illecito delle tecniche di procreazione», consentendo di determinare residualmente l'area della liceità. La normativa consente solo la fecondazione omologa, realizzata con i gameti dei coniugi richiedenti, vieta la fecondazione post-mortem, la maternità surrogata e l'utero in affitto, l'accesso alle tecniche da parte della donna sola e delle coppie di fatto. Per quanto riguarda le norme che disciplinano l'utilizzazione e la conservazione dell'embrione, esse si basano sulla considerazione che l'embrione sia un essere umano fin dal concepimento e che ne debba essere tutelata la vita e la dignità, in conformità ai principi enunciati nella Legge Fondamentale tedesca: il congelamento degli embrioni non è consentito e che la ricerca sperimentale può essere effettuata soltanto sui gameti non fecondati e non anche sull'embrione.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

La strage di piazza Fontana
  Evento successivo

L'Italia entra nell'ONU