Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30

Un agente in borghese uccide un militante del Pci

18 aprile 1975

A Roma una folla di migliaia di giovani tenta di assalire la sede del Msi di via Signorelli; la polizia li carica duramente. A Torino un corteo di migliaia di giovani extraparlamentari di sinistra si scontra per alcune ore con la polizia, schierata in forze a difesa della sezione cittadina del Msi, che alla fine viene incendiata. A Bari un missino spara su un giovane di sinistra. A Milano viene assalita la sede del Psdi di via Mar Jonio, mentre alcuni giovani prima devastano e poi incendiano gli uffici di due parlamentari del Msi.
A Firenze, colpito da un colpo di rivoltella sparato da un agente in borghese, muore Rodolfo Boschi, giovane militante del Pci. La sua morte provoca molte polemiche e rivela l'esistenza delle «squadre speciali» di agenti in borghese con capelli lunghi e jeans. Si scatena una nuova campagna polemica condotta dagli extraparlamentari, volta alla denuncia dell'esistenza e dell'utilizzo di agenti in borghese in operazioni di ordine pubblico. Nei giornali vengono pubblicate fotografie e documenti che dimostrano l'attività di tali agenti accusati di agire come assassini e provocatori durante le manifestazioni.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

La Baia dei Porci
  Evento successivo

Strage a Oklahoma City