Cronologia

Cerca nel database degli eventi: Ricerca libera | Cerca per anno

gennaio febbraio marzo aprile maggio giugno luglio agosto settembre ottobre novembre dicembre
01 02 03 04 05 06 07 08 09 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

Razionalizzati gli interventi nel settore agricolo-forestale

23 dicembre 1999

La legge n. 499, «Razionalizzazione degli interventi nei settori agricolo, agro-alimentare, agro-industriale e forestale» è diretta a:
a) «assicurare coerenza programmatica e continuità pluriennale agli interventi pubblici nei settori agricolo, agro-alimentare, agro-industriale e forestale, favorendone l'evoluzione strutturale;
b) accrescere, mediante l'armonizzazione dei costi medi di produzione con quelli degli altri Paesi dell'Unione Europea, le capacità concorrenziali del sistema agro-alimentare italiano nel mercato europeo ed internazionale perseguendo la massima valorizzazione delle produzioni agricole e la tutela del consumatore, nonché il riequilibrio delle strutture produttive nelle diverse aree del paese;
c) promuovere le politiche di sviluppo e di salvaguardia del mondo rurale, attraverso il sostegno all'economia multifunzionale ad uno sviluppo sostenibile e del riequilibrio territoriale».
Com'è possibile notare non si tratta di un quadro normativo rivoluzionario bensì di un "aggiornamento" della legislazione e delle linee programmatiche vigenti.
All'art. 2 si fa riferimento alla dotazione finanziaria necessaria alle finalità di cui sopra, specificando che dette somme sono destinate a finanziare gli interventi previsti dal Documento programmatico agricolo, agro-alimentare, agro-industriale e forestale nazionale.
Le dotazioni finanziarie delle Regioni sono affrontate all'art. 3, mentre all'art. 4 si fa riferimento al finanziamento delle attività di competenza del Ministero delle politiche agricole e forestali.
L'art. 5, infine, individua l'onere derivante dall'attuazione della legge (in altre parole gli stanziamenti) in 743.9 miliardi per l'anno 1999, 889.8 miliardi per il 2000, 891.8 miliardi per il 2001 e 351.1 miliardi per il 2002.

Tra parentesi è indicato il numero di tesi correlate



Evento precedente

Cade il primo governo Berlusconi
  Evento successivo

Il Parlamento esautorato