Skip to content

Guida tesi di laurea 

Come chiedere la tesi di laurea

25 novembre 2020

Come chiedere la tesi di laurea

Quando chiedere la tesi di laurea


È sempre meglio richiedere la tesi di laurea al relatore prima di concludere gli ultimi esami.

Una tempistica congrua per la tesi triennale potrebbe essere almeno sei mesi prima della sessione nella quale vorremmo laurearci, mentre per la tesi magistrale/specialistica potrebbe essere da nove mesi ad un anno prima.

Alcuni fattori da considerare nel calcolo della tempistica:
La segreteria: quanto tempo prima la tesi rilegata dev'essere consegnata in segreteria? Quando dev’essere inoltrata la domanda di laurea? Ricerca prima le scadenze e le procedure specifiche per il tuo corso di laurea.
Il relatore: è difficile ottenere un colloquio? Rispetta gli orari di ricevimento oppure è difficile da raggiungere?
Il blocco dello scrittore: momenti di stallo nella scrittura della tesi sono inevitabili e non avere tempistiche strettissime può aiutare a non farsi prendere dal panico peggiorando la situazione.

A chi chiedere la tesi di laurea


Puoi chiedere la tesi ad un qualunque docente del tuo Corso di Studi.
Solitamente, ma non necessariamente, si tratta di un docente che ha tenuto un corso di nostro interesse oppure con cui abbiamo sostenuto un esame andato particolarmente bene.
Attenzione!!
Il docente non è obbligato ad accettare la nostra proposta di tesi, ma può decidere in base a diversi elementi.
Prima di accettare, il docente verificherà che lo studente possieda i requisiti per poter svolgere una tesi nel proprio ambito disciplinare e che l'argomento (o macro-argomento) proposto sia adeguato.

Quando ti proponi al docente, è meglio mostrarti proattivo: oltre a presentare un argomento o una lista di possibili temi (non tantissimi, ne bastano 3), puoi allegare un progetto-tesi che contiene un titolo (anche provvisorio), obiettivi e descrizione per ogni scelta.

Come scrivere un'e-mail per la richiesta della tesi


Una piccola azione che può generare molta ansia nello studente: come rivolgersi al professore? Accetterà la mia candidatura a tesista?

Iniziamo dal linguaggio: ti consigliamo di usare un linguaggio formale, ma non troppo. Al relatore si dà del Lei, non del Tu ma nemmeno del Voi.
La regola è quindi utilizzare un linguaggio formale (ma non eccessivamente ricercato), a meno che il relatore non ti autorizzi espressamente ad una comunicazione più informale una volta acquistata un po' più di confidenza.

Nella scrittura dell'e-mail meglio essere chiari e concisi, senza perdersi in troppi salamelecchi o in descrizioni troppo particolareggiate. Se il docente accetterà la tua candidatura, ci sarà tempo di discutere con calma delle tue idee sulla tesi.

Massima attenzione ai refusi!
Eventuali errori grammaticali e/o refusi potrebbero dare una cattiva impressione al relatore, facendoti apparire come svogliato. È quindi fondamentale rileggere più volte l'email prima di inviarla.

Ora veniamo alla parte pratica: oggetto e testo dell'e-mail.
Dall'oggetto dev'essere chiaro subito cosa vuoi chiedere al relatore e chi sei.
Un esempio di oggetto può essere:
Richiesta per tesi di laurea di [inserisci materia] - [Nome e Cognome + n. matricola]

Fai attenzione ad utilizzare un indirizzo email attivo per l'invio della richiesta al relatore, senza nickname strani e senza problemi di ricezione/spam, e verifica che anche l'indirizzo email del docente non sia obsoleto (solitamente si utilizza l'indirizzo email ufficiale fornito dall'ateneo).

Per quanto riguarda il testo dell'email si inizia con:
• Egregio/Gentile Professore/Prof. [cognome],
• Egregio/Gentile Professoressa/Prof.ssa [cognome],
si continua con una tua breve presentazione:
sono [tuo nome e cognome], uno studente prossimo alla laurea del corso di [CdL - Dipartimento].
per poi passare alla tua richiesta:
Esempio 1:
La presente per chiederLe la sua disponibilità ad accettare la mia proposta di tesi in [materia], dato il mio forte interesse per il Suo corso.
Nello specifico, mi piacerebbe trattare l'argomento/i [proposta di argomento/i].
Esempio 2:
Dato l'interesse in me suscitato dal suo corso in [materia] e l'ottimo risultato ottenuto in sede di esame, mi piacerebbe svolgere la mia tesi nel Suo insegnamento.
Nel caso fosse disponibile, Le chiederei la Sua disponibilità per organizzare un primo incontro per discuterne.
Esempio 3:
Avendo seguito il Suo corso con particolare interesse, sarei interessato/a ad approfondirne gli argomenti trattati svolgendo la tesi nella Sua materia e con la Sua collaborazione.
A tal proposito, avrei già in mente qualche possibile titolo/tema. Mi farebbe piacere discuterne con Lei, qualora mi confermasse la Sua disponibilità.
e finire con i saluti:
Rimango a disposizione per eventuali chiarimenti e nell’attesa di un Suo gentile riscontro, Le porgo cordiali saluti.

[Firma]