Skip to content

Tesi scelte dalla redazione relative a Shakespeare

Noir e Shakespeare. Il Macbeth nel cinema moderno

Partendo da una visione storica sulle varie trasposizioni al grande schermo delle varie opere del genio inglese approdiamo al 1948, anno in cui il padre del cinema moderno realizza una prima pellicola shakespeariana sovvertendo tutti i canoni di rappresentazione fin a quel momento adottati in questo tipo di “genere” cinematografico; nasce così il Macbeth wellesiano, una pellicola forte nella sua rappresentazione grazie alla chiave di lettura adottata dal regista, Welles infatti, consapevole della forte carica psicologica e innovativa dell'opera inglese, adotta uno stile in pieno fervore nelle...

Vai alla pagina della tesi »

From Medieval Community to Modern Individuality: Shakespeare's Reinvention of Personal Identity in the Characters of Hamlet and Falstaff

Maria Giulia Bruno

Literary and dramatic characters are imitations of human characters realized essentially by means of words. Certainly, words refer to other words, but the strong influence they have upon readers and playgoers emerges from the palpable realm where people actually live and attribute values and meanings to their own ideas of persons. As inhabitants of the new millennium world, today we often speak of one's “personal identity” in the sense of what makes a person unique as an individual and different from others, that is, the way one sees or defines him/herself, including the network of values and ...

Vai alla pagina della tesi »

''Captivating the Eye'' Venus and Adonis di Shakespeare tra poesia e teatro

William Shakespeare era all’alba della sua carriera di attore e drammaturgo quando, nella primavera del 1593, pubblicò un poemetto erotico intitolato Venus and Adonis. L’opera si poneva all’interno della moda dei cosiddetti epyllia elisabettiani, composizioni narrative di argomento ovidiano, che fiorì nel panorama letterario inglese dell’ultimo decennio del sedicesimo secolo. Furono molti i poeti che si cimentarono nella scrittura di questi poemi e molti di loro erano anche drammaturghi: la lettura degli epyllia mostra un’estrema varietà di scelte compositive ed artistiche, evidenziando l’...

Vai alla pagina della tesi »

Morte e rinascita nell’opera di William Shakespeare. “The earth that’s nature’s mother is her tomb; what is her burying grave, that is her womb” (Romeo and Juliet).

L’obiettivo di questa tesi è quello di fornire un modello interpretativo del sentimento della morte nell’opera di William Shakespeare, e della sua evoluzione all’interno del ciclo di morte e rinascita che la tragedia e la commedia shakespeariane rispecchiano. La ragione che ha motivato questa mia scelta si trova nell’amara constatazione dell’irrompere della tragica realtà della morte nella vita di ognuno, e nella speciale maniera con cui il drammaturgo elisabettiano ha trattato questo tema e ne ha a suo modo trovato una soluzione positiva. La mia analisi – il cui titolo riprende una celebr...

Vai alla pagina della tesi »

A comparison between two ''Storms'': Shakespeare and Dryden

In the present work, we performed a comparative analysis taking into account the work of William Shakespeare, The Tempest, and its most famous adaptation: The Enchanted Island, by a neoclassical author, John Dryden, trying to identify the issues and see the different development it had in the new version as well as the different stylistic approach that the author had against the original text. The analysis is divided into three parts. In the first chapter we focused on the historical aspects of the period in which we move, the seventeenth century, focusing primarily on the rediscovery of th...

Vai alla pagina della tesi »

La metamorfosi della femminilità nei Sonetti, nell’Amleto e nel Macbeth di William Shakespeare

Abstract di Caruso Monia Tesi: La metamorfosi della femminilità nei Sonetti, nell’Amleto e nel Macbeth di William Shakespeare. La candidata ha realizzato uno studio sull’evoluzione della figura femminile nell’immaginario di William Shakespeare. Le opere prese in esame sono i Sonetti, Amleto e Macbeth. Lo studio si divide in cinque capitoli, nel primo la candidata ha illustrato il rapporto tra la vita di Shakespeare e le sue opere, in particolare evidenziando come l’autore descriva un livello minimo d’intimità coniugale. Un blocco di natura psichica determina l’impossibilità di godere un...

Autore: Monia Caruso
Vai alla pagina della tesi »

La commedia degli equivoci ovvero dell'identità scambiata. Plauto, Shakespeare e Goldoni

Carla Cristina Galli

La presente è una tesi di letteratura comparata che riguarda il tema del doppio. Il doppio può essere rappresentato dai gemelli, dalla somiglianza casuale o voluta fra due individui, dall’ombra e dal riflesso, dalla doppia identità all’interno dello stesso individuo. Lo studio è stato quindi svolto partendo dalla considerazione che i gemelli sono una delle possibili varianti del tema del doppio. La ricerca prende in esame il tema dei gemelli, e la loro identità scambiata, nel contesto della commedia degli equivoci. Le opere considerate sono tre commedie: I Menaechmi di Plauto, The Comedy o...

Vai alla pagina della tesi »

Shakespeare e la musica: la funzione drammatica delle canzoni, dei brani strumentali e delle allusioni musicali in 'Twelfth Night'

In epoca elisabettiana la musica ha una larga diffusione sia tra i membri dell’aristocrazia che tra le classi più povere. Se gli abbondanti episodi musicali nel teatro dell’epoca rispecchiano un fenomeno culturale, è anche vero che il drammaturgo elisabettiano ne fa uso per vari scopi drammatici e Shakespeare in particolare se ne servì con grande abilità. Il primo capitolo considera questi aspetti e affronta il problema della natura e delle funzioni di canzoni, musica strumentale e allusioni nella vasta produzione drammatica shakespeareana, senza dimenticare un accenno all’educazione musicale ...

Autore: Luca Giberti
Vai alla pagina della tesi »

Comunicare Shakespeare: gli adattamenti cinematografici del Richard III

Nel presente lavoro si analizzano tre adattamenti cinematografici del Richard III di Shakespeare: il lungometraggio di Laurence Olivier del 1955, quello diretto da Richard Loncraine con Ian McKellen nel 1995, e il docu-dramma Looking for Richard di Al Pacino del 1996. Particolare attenzione è data, in primo luogo, al rapporto tra i film e il testo shakespeariano, con puntuale analisi della sceneggiatura e dell'ambientazione dei film; in secondo luogo, ai rapporti interni tra i tre film; e infine, al possibile utilizzo didattico degli adattamenti cinematografici da Shakespeare.

Autore: Cecilia Latella
Vai alla pagina della tesi »

Henry V dal testo di Shakespeare alla trascrizione filmica: Laurence Olivier e Kenneth Branagh

Il testo è un percorso di analisi dei due film tratti dall'Henry V shakespeariano, rispettivamente di Laurence Olivier (1944) e di Kenneth Branagh (1989). La struttura della mia ricerca parte da una breve focalizzazione della realtà storica appartenente alla figura di Henry V, per poi successivamente passare ad una più approfondita analisi di alcuni elementi del testo shakespeariano (Attinenza alla storia, influenza e contatti coi contemporanei, inserimento nel contesto delle Histories, utilizzo dei vari registri linguistici). Il fulcro del mio studio è rappresentato dai capitoli centrali che,...

Vai alla pagina della tesi »

La trasposizione italiana di Romeo+Giulietta. Storia di giovani, dal genio letterario di Shakespeare al genio visivo di Baz Luhrmann

Questa tesi si propone di illustrare l’intenso e complesso processo traduttivo che sta alla base della creazione di una pellicola doppiata. La traduzione cinematografica, infatti, deve rispettare le limitazioni imposte dalle immagini visive, oltre a tutta una serie di problematiche di carattere generale insite nella traduzione di una pellicola. In questo senso, la figura dell’adattatore gioca un ruolo di primo piano: egli deve essere in grado non solo di “creare” un variegato e complesso corpus dialoghistico nella lingua di arrivo vicino, nei limiti del possibile, al testo di partenza, ma anc...

Vai alla pagina della tesi »

''Love, and be silent'': padri e figlie nel teatro di Shakespeare

Il rapporto padre-figlia nelle opere di Shakespeare è analizzato attraverso un percorso che parte dall'Othello per toccare il King Lear ed arrivare ai Romances. La relazione, anche a causa della costante assenza del materno, che in queste opere è quasi totale, riveste importanza fondamentale: il drammaturgo costruisce il rapporto sempre nei termini di perdita-ritrovamento, per arrivare alla definitiva, ultima perdita drammatizzata in The Tempest, per eccellenza il dramma dell'esilio e della mancanza.

Vai alla pagina della tesi »

Le immagini dell'acqua nel teatro di William Shakespeare

Il lavoro costituisce un'analisi di tutto il teatro shakespeariano in relazione alle immagini dell'acqua, siano esse intese come background geografico alle scene o come metafore usate dai personaggi per significare un determinato concetto. Nella prima parte, attraverso uno studio generale sul simbolo dell'acqua in ambito psicanalitico, mitologico e religioso, si giunge allo studio del significato che tale simbolo assunse nel periodo elisabettiano, e degli influssi che esso ebbe su Shakespeare. Nella seconda parte, l'analisi delle singole opere è divisa per genere teatrale e culmina nello studi...

Vai alla pagina della tesi »

Shakespeare tra magia, stregoneria e folklore

La tesi è suddivisa in due parti: la prima affronta la tematica della magia, della stregoneria e del folkore nell'Europa rinascimentale e nell'Inghilterra di Enrico VIII, Elisabetta I e Giacomo I. Dopo questo excursus storico-culturale, la seconda parte è dedicata a William Shakespeare, di cui viene analizzata l'opera omnia sotto il profilo magico-esoterico-folklorico, concentrandosi in particolare sui seguenti drammi: Macbeth, Sogno di una notte di mezza estate, La Tempesta.

Vai alla pagina della tesi »

Il Lear di Edward Bond. Shakespeare all'ombra di un muro

A partire dalla polemica contro il teatro beckettiano dell'assurdo, Edward Bond scrive i suoi testi teatrali con l'intento di promuovere, attraverso questi, un rinnovamento culturale e sociale della collettività. All'interno del macrotesto bondiano, Lear, a partire dalla rielaborazione del mito shakespeariano, esprime questo legame tra arte e politica nel modo più chiaro possibile. Al termine dell'opera, difatti, l'invito agli spettatori è quello di voltarsi a guardare la parabola umana e politica di Lear, e di conservarla nella memoria. L'unico mezzo, questo, per evitare il ripetersi delle tr...

Vai alla pagina della tesi »

Sognando con Shakespeare nei giardini di Boboli

Lorenzo Longhi

Shakespeare ed il teatro inglese. Durante gli ultimi anni passati all’Accademia di Brera ho imparato cosa significhi progettare sia le scene teatrali sia quelle cinematografiche, nonostante tutte le tecniche e le misure scrupolose da seguire rimane l’illusione di un sogno, i sentimenti che si fanno realtà tramite l’idea come primo stadio , il progetto come secondo e infine la realizzazione come terzo e ultima ase, proprio questo per me significa portare come tesi il progetto di quest’opera Shakespeariana, l’ambientazione reale nei Giardini di Boboli, la loreo storia la loro magia, l’opera mis...

Autore: Lorenzo Longhi
Vai alla pagina della tesi »

Un caleidoscopio di femminilità: il caso di Desdemona nell'Othello di William Shakespeare

Desdemona è uno dei personaggi più significativi dell'universo femminile della letteratura shakespeariana. Partendo dall'analisi delle sue caratteristiche, dei suoi comportamenti all'interno della tragedia di "Othello" e confrontandola con le altre donne presenti nell'opera emerge la figura di un'eroina femminista.

Vai alla pagina della tesi »

Stai cercando una Tesi di laurea?

Da oltre 15 anni selezioniamo e pubblichiamo Tesi di laurea per evidenziare il merito dei nostri Autori e dar loro visibilità.

Prima di iniziare la ricerca ti consigliamo di registrarti per:

  1. contattare gli autori delle tesi che ti interessano per chiedere consigli e informazioni;
  2. scaricare gratuitamente le prime 10-15 pagine delle tesi che ti interessano;
  3. consultare liberamente gli indici di tutte le tesi pubblicate;
  4. scegliere degli argomenti ed essere avvertito non appena viene pubblicata una nuova tesi riferita agli stessi.

Non riesci a trovare quello che cercavi?

Registrati al sito e:

  1. Cerca altre tesi correlate a "Shakespeare"
  2. Scrivi alla redazione per ricevere aiuto (solo gli utenti registrati possono usufruire gratuitamente del servizio)