Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'approccio semiotico ai valori di consumo: il caso Adidas ''Impossible is nothing''

Come si conduce l'analisi semiotica di un testo visivo (pubblicitario, annuncio stampa etc.)? Una prima parte teorica spiega e fornisce gli strumenti più utilizzati in questa disciplina. Nella seconda parte si farà uso dell'apparato teorico prendendo in esame la campagna pubblicitaria Adidas "Impossible is Nothing". Valutazione 110 e Lode.

Mostra/Nascondi contenuto.
3 - Capitolo 1 Semiotica e Pubblicità: un incontro recente. 1.1 - Cenni storici La semiotica è la scienza dei segni, nel senso che tradizionalmente il suo oggetto di studio è tutto ciò che può essere utilizzato come segno. Come scrive Marrone (2001, 11), “è segno un filo di fumo nel cielo che indica la presenza del fuoco, un agglomerato di nubi che lascia presagire la pioggia, il profumo di un alimento che ne garantisce la bontà, una parola che sta per una cosa, un annuncio pubblicitario che cerca di persuadere a comprare un certo prodotto”. In altre parole possiamo dire che un segno è “tutto ciò che dà adito a una relazione tra due termini, dove il primo è di tipo empirico (il fumo, la nuvola, il profumo, la parola, l’annuncio esperito attraverso i sensi) e il secondo è di tipo concettuale (il fuoco, la pioggia, la gradevolezza dell’alimento, la cosa, il prodotto ricostruiti intellettualmente).”. Bisogna però precisare che, al di là della definizione dei dizionari, che definisce il segno come “un qualcosa che sta per qualcos’altro”, il segno è soprattutto “un evento, una procedura che rende possibile una relazione di rinvio tra un primo elemento di ordine sensoriale e un secondo di ordine intellettuale”. Dunque, “l’oggetto di studio della semiotica non è costituito né dagli elementi di tipo sensoriale (espressioni) né dagli elementi di ordine intellettuale (contenuti), ma dalla loro relazione di rinvio (significazione)”. I sistemi di significazione sono moltissimi: il sistema della moda, il sistema pubblicitario, l’organizzazione spaziale, oltre che, ovviamente, la lingua naturale. Infatti un certo modo di vestire può rinviare all’appartenenza socio-culturale di chi lo indossa, uno spot pubblicitario può rinviare a un modello di consumo sociale, una certa organizzazione spaziale può rinviare a un modo di intendere le relazioni interpersonali. La significazione è un fenomeno sociale, dipendente dai sistemi culturali entro cui gli individui si trovano a vivere, a operare, a parlare, a interpretare. Nel momento in cui i sistemi di significazione vengono utilizzati per relazionarsi con gli altri si ha la comunicazione. La semiotica può quindi essere definita come “la disciplina che studia i fenomeni di

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Dario Pierfranco Donato Contatta »

Composta da 45 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5481 click dal 28/06/2005.

 

Consultata integralmente 12 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.