Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il modello della balanced scorecard per la valutazione della performance applicato ad un dealer di veicoli industriali

Il presente lavoro si pone l’obiettivo di approfondire il tema della misurazione della performance aziendale e dei moderni sistemi di controllo integrati. Presupposto di fondo di tutta la tesi, che si va a sviluppare, è l’idea, oramai generalmente diffusa e condivisa (sia in campo accademico, sia manageriale), che i tradizionali sistemi di reporting siano diventati degli strumenti di programmazione e controllo inadeguati e incapaci di supportare il management nelle decisioni strategiche.
Lo scopo principale del lavoro è quindi quello di analizzare e giustificare la crescente diffusione di una serie di modelli di misurazione della performance (che riescono ad integrare le tradizionali misure economico-finanziarie con indicatori di natura fisico tecnica) e di applicare queste teorie ad un caso aziendale reale.
Da un punto di vista teorico, viene studiata la progressiva “affermazione di modelli di misurazione della performance integrati” (Amigoni F., Meloni G., 2002 pag. 23); nel fare questo si fa principalmente riferimento al modello della “Balanced Scorecard” elaborato da Kaplan e Norton nel 1992 , che può essere a ragione considerato il più noto e diffuso esempio di sistema di reporting integrato adottato dalle aziende (Amigoni F., Meloni G., 2002).
Attraverso questo lavoro si vuole dimostrare come il successo dei moderni modelli di misurazione della performance non è legato alla esclusiva abilità di combinare tra loro diversi tipi di misure, ma dipende dalla capacità del management di tradurre la strategia in un sistema di reporting “capace di dare una visone rapida, ma completa della performance aziendale” (Kaplan R. S., Norton D. P., 1992).
Da un punto di vista pratico, viene analizzato criticamente il sistema di reporting utilizzato da un dealer di veicoli industriali localizzato in Veneto. Questa azienda ha recentemente elaborato un sistema di misurazione della performance sulla base della Balanced Scorecard; per questo motivo, si è ritenuto interessante analizzare in modo critico con la direzione aziendale e i responsabili delle diverse ASA aziendali, il sistema di reporting utilizzato internamente dall’azienda; evidenziando i punti di forza e di debolezza di tale strumento.
Tale business presenta infatti una serie di caratteristiche (complessità, numero di variabili da monitorare, articolazione delle attività, orientamento al cliente) e una dimensione tale da consentire l’elaborazione di un sistema di reporting integrato che riesca a gestire efficacemente la complessità dell’organizzazione.
Operativamente è stata inizialmente condotta un’analisi dei principali processi gestionali aziendali per comprenderne il funzionamento; successivamente è stato studiato e descritto il sistema di misurazione della performance di processo utilizzato dal dealer.
Nel presente lavoro si cerca quindi di approfondire a livello teorico il tema del “reporting integrato” e del modello della Balanced Scorecard e, contemporaneamente, di analizzare un caso aziendale reale.
In quest’ottica il lavoro viene strutturato sia secondo un approccio teorico, sia secondo un approccio applicativo e pratico. Per questo motivo, l’intera tesi può essere suddivisa in tre parti:
§ Una rapida review dei principali contributi accademici offerti dalla letteratura nazionale ed estera relativamente al tema dell’integrazione delle misure contabili ed extra-contabili e del reporting integrato (capitolo 1)
§ Un approfondimento specifico sul modello della Balanced Scorecard e su alcuni principi generali e sui relativi criteri operativi da seguire nella progettazione e nella implementazione di un sistema di misurazione integrato (capitolo 1 e capitolo 2)
§ L’analisi del caso aziendale e del relativo sistema di misurazione della performance utilizzato internamente all’azienda (capitolo3 e capitolo 4).

Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Il presente lavoro si pone l’obiettivo di approfondire il tema della misurazione della performance aziendale e dei moderni sistemi di controllo integrati. Presupposto di fondo di tutta la tesi, che si va a sviluppare, è l’idea, oramai generalmente diffusa e condivisa (sia in campo accademico, sia manageriale), che i tradizionali sistemi di reporting 1 siano diventati degli strumenti di programmazione e controllo inadeguati e incapaci di supportare il management nelle decisioni strategiche. Lo scopo principale del lavoro è quindi quello di analizzare e giustificare la crescente diffusione di una serie di modelli di misurazione della performance 2 (che riescono ad integrare le tradizionali misure economico-finanziarie con indicatori di natura fisico tecnica) e di applicare queste teorie ad un caso aziendale reale. Da un punto di vista teorico, viene studiata la progressiva “affermazione di modelli di misurazione della performance integrati” (Amigoni F., Meloni G., 2002 pag. 23); nel fare questo si fa principalmente riferimento al modello della “Balanced Scorecard” elaborato da Kaplan e Norton nel 1992 3 , che può essere a ragione considerato il più noto e diffuso esempio di sistema di reporting integrato adottato dalle aziende (Amigoni F., Meloni G., 2002). Attraverso questo lavoro si vuole dimostrare come il successo dei moderni modelli di misurazione della performance non è legato alla esclusiva abilità di combinare tra loro diversi tipi di misure, ma dipende dalla capacità del management di tradurre la strategia in un sistema di reporting “capace di dare una visone rapida, ma completa della performance aziendale” (Kaplan R. S., Norton D. P., 1992). Da un punto di vista pratico, viene analizzato criticamente il sistema di reporting utilizzato da un dealer di veicoli industriali localizzato in Veneto. Questa azienda ha recentemente elaborato un sistema di misurazione della performance sulla base della Balanced Scorecard; per questo motivo, si è ritenuto interessante analizzare in modo critico con la direzione aziendale e i responsabili delle diverse ASA aziendali, il sistema di reporting utilizzato internamente dall’azienda; evidenziando i punti di forza e di debolezza di tale strumento. 1 Si fa riferimento a sistemi di misurazione della performance basati esclusivamente su dati contabili ed economico finanziari. 2 Comunemente chiamati “multidimensionali”. 3 Vengono principalmente illustrate le teorie esposte in: Kaplan R. S., Norton D. P. 1996, The balanced scorecard: translating strategy into action, Harvard business school press, Boston e Kaplan R. S., Norton D. P., 1992, The balanced scorecard, the measures that drive the performance, Harvard Business Review, n.1 Gennaio/febbraio

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Ildebrando Stefanelli Contatta »

Composta da 112 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3583 click dal 27/12/2007.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.