Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Sistema di videosorveglianza per personal computer

L’obiettivo del presente lavoro di tesi è stato lo sviluppo di un software di videosorveglianza per Personal Computer.
Il lavoro è stato svolto presso il Laboratorio di Visione Artificiale del Dipartimento d'Informatica Elettronica e Sistemistica dell'Università di Bologna, denominato anche “CVLab” (Computer Vision Laboratory, presso il sito http://vision.deis.unibo.it/ ).
Un sistema di videosorveglianza è un'applicazione software che può gestire varie acquisizioni video, può rilevare intrusioni all'interno delle immagini catturate, può notificare l'accaduto all'utente e può pianificare nel tempo la sorveglianza nei punti scelti dall'utente.
Da tempo il Laboratorio è attivo nella ricerca nel campo della rilevazione del movimento analizzando un flusso di dati provenienti da una qualsiasi sorgente video.
La peculiarità del software sviluppato è quella di analizzare il flusso dei dati attraverso uno degli algoritmi di rilevazione del movimento già sviluppati in precedenza dal Laboratorio.
In particolare, lo scopo principale del progetto è stato quello di sviluppare un'interfaccia grafica flessibile che consentisse di utilizzare facilmente uno o l’altro dei vari algoritmi sviluppati presso il CVLab.
E' degno di nota conoscere che al mondo esistono variegate interfacce grafiche che fanno uso di algoritmi di rilevazione del movimento. La maggior parte di tali sistemi sono stati scritti in linguaggi nativi nel proprio calcolatore come ad esempio il C/C++ allo scopo di ottimizzare i processi computazionali. Sebbene gli eseguibili creati mediante questi linguaggi siano molto rapidi, specie se fatti girare negli attuali Personal Computers, essi hanno il limite della portabilità, cioè di non poter girare su qualsiasi calcolatore con un qualsiasi sistema operativo.
Seppur con meno successo in termini di prestazioni, sono stati sviluppati sistemi simili in linguaggi più portabili come il Java della Sun Microsystems. La stessa casa produttrice del linguaggio ha rilasciato una libreria standard per l’acquisizione e la gestione di sorgenti audio e video, denominata JMF (Java Media Framework trattata nel cap. 2) ed una libreria per la manipolazione ed il trattamento dell'informazione grafica, denominata JAI (Java Advanced Imaging documentata il riferimento alla nota bibl. 1).

Mostra/Nascondi contenuto.
                                                                     !  "  #  $ % & ' ()*    +&  ' ,--  -.  #         ' /    0  & /           &  /      /                                                           0          $              0                                          $                    &                   0               '                  !    '      ''                             -11                    "             0           &                      &'       $&      0    0      "        &         2    3   "4 +      '          0       & 345*3 4 5  6    7.                 &    3  *3                  8.         /&            0        0                      3      -11        4 9               '     '               :

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Edoardo Sabatini Contatta »

Composta da 88 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1460 click dal 24/11/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.