Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I fondamenti dell'educazione e la morale in Giuseppe Angelini

Il presente studio è dedicato alla presentazione critica dei numerosi contributi di Giuseppe Angelini al tema dell'educazione. Esso è diviso in cinque parti. Oltre ad una introduzione iniziale e ad una conclusione critica finale sono presenti tre capitoli. Nel primo si presenterà l'analisi critica di Angelini riguardo alla situazione attuale dell'educazione. Essa non vuole essere solo un'introduzione al tema educativo ma risulta fondamentale per comprendere l'idea di educazione secondo Angelini. Questo sguardo al panorama contemporaneo, di cui egli si è occupato attraverso numerosissimi contribuiti, non vuole essere una semplice analisi critica, ma un solido fondamento fenomenologico sulla questione educativa, senza il quale è impossibile, secondo Angelini, gettare delle stabili fondamenta sul tema dell'educazione.
Nel secondo capitolo si intende presentare il carattere "essenzialmente familiare" che Angelini assegna al rapporto educativo: i genitori, in tal senso, non sono solo i primi educatori dei minori ma analogatum princeps di ogni rapporto educativo. La prospettiva sarà duplice: una prima parte del capitolo, sarà dedicata ad approfondire le basi per una riflessione di carattere antropologico fondamentale che consenta di rendere ragione del rilievo fondamentale che la relazione genitori – figli assume per intendere la condizione umana in genere; nella seconda parte, invece, si entrerà nel merito del rapporto educativo così come si sviluppa, tra genitori e figli, nelle tre fasi fondamentali della crescita umana: infanzia, fanciullezza e adolescenza. L'attenzione sarà rivolta principalmente all'ottica del genitore, al suo modo di capire e svolgere il compito educativo nei confronti del figlio.
Nel terzo ed ultimo capitolo l'attenzione sarà rivolta ad alcuni nodi teorici alla base della "teoria educativa" proposta da Angelini. Essa, come si vedrà, è questione culturale, psicologica, ma soprattutto religiosa, i cui fondamenti sono, in tal senso, teologici e morali. Per arrivare a tali fondamenti però Angelini non può non passare necessariamente per alcuni chiarimenti fondamentali quali l'idea di cultura, la sua relazione con la verità e la libertà, il nesso profondo che lega generazione, educazione e testimonianza, e, infine, la profonda relazione tra educazione e fede.
Per una descrizione sintetica ma più approfondita dei tre capitoli si rimanda all'introduzione presente all'inizio di ciascuno di essi.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Il presente studio è dedicato alla presentazione critica dei numerosi contributi di Giuseppe Angelini al tema dell'educazione. Non deve stupire il fatto che si dedichi un tale studio ad un autore vivente e, si potrebbe dire, nel pieno della sua produzione teologica. Un tale studio infatti non intende essere esaustivo sul tema educativo ma solo esaminare una questione di sicuro interesse, se non altro per la sua urgenza critica, a partire dal punto di vista di un teologo affermato e competente quale è Angelini. Egli nato nel 1940 e ordinato sacerdote nella diocesi di Milano nel 1968, è laureato in Economia e Commercio e in Teologia. È docente di teologia morale (storia e fondamentale) presso la sede centrale della Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale da oltre trenta anni, in cui ha insegnato, per diversi anni, anche teologia pastorale. Attualmente oltre ad essere il preside della medesima facoltà, è chiaramente coinvolto nell'organizzazione del convegno annuale che da circa trenta anni tale facoltà organizza riflettendo "sulle massime questioni proposte al ministero della Chiesa dal mutamento civile, e quindi dal mutamento delle forme della cultura 1 ". La sua produzione letteraria è quindi vastissima: oltre alle pubblicazioni di carattere scientifico – soprattutto sulle riviste Teologia e La Scuola Cattolica, e su molte opere in collaborazione con altri (normalmente atti di convegni organizzati dalla Facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale 2 ) – si è dedicato alla stesura di opere di carattere meditativo e in genere rivolte alla formazione della coscienza cristiana. Anche sul tema educativo i suoi contributi sono numerosi 3 . È bene ora proporre una breve sintesi delle linee essenziali entro le quali Angelini studia la tematica educativa. Egli dà sempre ampio spazio all'analisi della crisi educativa per smascherarne i falsi presupposti antropologici gettandone poi di nuovi e più convincenti. Alla base di una sana antropologia teologica che sappia poi istruire sul compito educativo, sta 1 G. ANGELINI, “Presentazione”, in AA. VV., Genitori e figli nella famiglia affettiva, Glossa, Milano 2002, 18-20. 2 Tra le opere di carattere scientifico non si può tralasciare il suo manuale di teologia morale fondamentale: G. ANGELINI, Teologia morale fondamentale, Glossa, Milano 1999. 3 Per la loro conoscenza si rimanda alla bibliografia.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Pontificio Istituto Giovanni Paolo II per studi su matrimonio e famiglia

Autore: Mauro De Paoli Contatta »

Composta da 88 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1334 click dal 06/02/2009.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.