Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli investimenti italiani in Cina: il caso della provincia del Guangdong

La Cina è fra i paesi con la crescita economica più elevata. Il suo prodotto interno lordo raggiungerà intorno al 2020 il Giappone e intorno al 2040 gli Stati Uniti. Il ruolo internazionale della Cina e la sua crescita non devono essere visti come una minaccia, perchè non vi è ricerca di un’egemonia ma una spinta verso l’equilibrio internazionale di poteri, oramai non più dominato da ideologie ma basato sulla forte cooperazione internazionale. Nel mondo attuale il confronto e il conflitto sono stati sostituiti dal coordinamento politico e dalla cooperazione economica fra poteri e blocchi regionali. In questa nuova forma di equilibrio, la cooperazione economica sta diventando sempre più rilevante. In tal senso la Cina sembra essere un paese di grandissimo interesse per gli investimenti stranieri e un soggetto chiave per l’equilibrio dell’area Asia-Pacifico tra USA e Giappone. Nel cooperare con altri paesi nell’ambito dell’economia, delle tecnologie e della cultura, la Cina sta migliorando le sue capacità di sviluppare la propria economia, tanto da essere definita la “fabbrica del pianeta”.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La Cina è fra i paesi con la crescita economica più elevata. Il suo prodotto interno lordo raggiungerà intorno al 2020 il Giappone e intorno al 2040 gli Stati Uniti. Il ruolo internazionale della Cina e la sua crescita non devono essere visti come una minaccia, perchè non vi è ricerca di un’egemonia ma una spinta verso l’equilibrio internazionale di poteri, oramai non più dominato da ideologie ma basato sulla forte cooperazione internazionale. Nel mondo attuale il confronto e il conflitto sono stati sostituiti dal coordinamento politico e dalla cooperazione economica fra poteri e blocchi regionali. In questa nuova forma di equilibrio, la cooperazione economica sta diventando sempre più rilevante. In tal senso la Cina sembra essere un paese di grandissimo interesse per gli investimenti stranieri e un soggetto chiave per l’equilibrio dell’area Asia-Pacifico tra USA e Giappone. Nel cooperare con altri paesi nell’ambito dell’economia, delle tecnologie e della cultura, la Cina sta migliorando le sue capacità di sviluppare la propria economia, tanto da essere definita la “fabbrica del pianeta”. (Shenkar, 2005) La Cina così facendo si sforza di giocare un ruolo positivo negli affari internazionali. Per questi motivi, la crescita della Cina è vista come una opportunità per lo sviluppo mondiale. In questo processo, l’industria dell’informazione non è soltanto una forza motrice della crescita economica globale, ma anche un mezzo determinante per facilitare l’integrazione della Cina con l’economia mondiale. 1

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Stefano Marzo Contatta »

Composta da 116 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1604 click dal 26/02/2009.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.