Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Leggere le figure nella scuola dell'infanzia

Si sviluppa un percorso dell'importanza delle immagini partendo da Comenio per arrivare ai giorni nostri. Successivamente a fronte la modalità con cui vengono inseriti i libri illustrati nelle scuole dell'infanzia e di come il bambino sviluppi la capacità di saper leggere una storia attraverso le immagini

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Il mio elaborato si propone di evidenziare l’utilità, i vantaggi e la valenza educativa delle figure nella scuola dell’infanzia. Il libro è uno strumento essenziale e divertente per sollecitare la curiosità, la comprensione verbale, l’analisi percettiva, la ricostruzione dei fatti e la produzione verbale. Può diventare anche un efficace mezzo per prevenire problemi come la difficoltà di attenzione e la scarsa motivazione all’approccio alla lingua scritta. Il libro illustrato può quindi diventare una valida occasione per creare situazioni piacevoli, sollecitare motivazioni e affinare competenze in una visione globale, in cui aspetti emozionali e cognitivi sono strettamente collegati come è peculiare a quest’età. Il mio lavoro è strutturato in tre capitoli. Nel primo capitolo ho ripercorso i momenti salienti storici dell’evoluzione dei primi albi illustrati. Mi sono soffermata su l’Orbis Pictus di Comenio, in quanto rappresenta il primo sussidiario illustrato per l’infanzia. È un’opera che rivoluziona il modo di fare la didattica e che rappresenta l’asse portante del fenomeno dell’illustrazione. L’excursus si sofferma sulla nascita delle illustrazioni in Italia che si afferma intorno al 1870, trovando come figure di riferimento i cartelloni di Ferrante Aporti, ma non solo. Nascono molte case editrici che si occupano dell’illustrazione per l’infanzia, tra le quali la Treves e la Paravia. Nello specifico, è attraverso un elaborato ideato da Antonio Faeti del 1972, che si può ripercorrere quelli che 5

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Serena Peca Contatta »

Composta da 129 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11850 click dal 14/07/2009.

 

Consultata integralmente 38 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.