Skip to content

Plasticità del sistema motorio in sviluppo

Informazioni tesi

  Autore: Patrizia Polizzi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia del lavoro e delle organizzazioni
  Relatore: Nicoletta Berardi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 49

In questo lavoro di tesi ho affrontato l’argomento della plasticità del sistema nervoso in sviluppo in relazione allo sviluppo del sistema motorio ed in particolare, in relazione alle situazioni in cui tale sviluppo risulta perturbato e si manifesta una paralisi cerebrale infantile. Con il passare degli anni ed il miglioramento delle tecniche diagnostiche si è assistito ad una maggior sicurezza nel diagnosticare le Paralisi Cerebrali infantili (PCI), le quali possono essere descritte come disordini del movimento e della postura dovuti ad un difetto o ad una lesione del cervello ancora immaturo.
Una PCI può essere diagnosticata attraverso l’affiancamento delle valutazioni neurologiche tradizionali; la diagnosi è bene farla nei primi mesi di vita soprattutto fino alla 6° settimana post natale, la quale, come vedremo, è fondamentale per lo sviluppo delle funzioni neuronali e della maturazione del cervello; infatti in questo periodo la plasticità cerebrale ha potenzialità eccezionali, ed i sintomi possono essere a volte assenti, sfumati, attenuati, o esagerati dai farmaci.
Lo studio dello sviluppo delle vie motorie in bambini affetti da PCI ha contribuito a fornire indicazioni sul normale percorso maturativo e sulla plasticità dei circuiti motori in sviluppo. Inoltre, ha consentito di progettare e sottoporre a verifiche sperimentali diversi programmi di riabilitazione fisioterapica.
In questo lavoro ho riportato numerosi lavori che hanno approfondito questo tema ed anche alcuni lavori che, in modelli animali, hanno recentemente affrontato il tema della plasticità delle connessioni nervose in sviluppo. Non ho voluto trascurare il problema della necessità del supporto psicologico alle famiglie, in modo da poter affrontare in maniera efficace il percorso della disabilità del bambino.
Nei primi capitoli della tesi è possibile riscontrare alcuni aspetti di questo percorso psicologico ed avere inoltre un quadro clinico ed una visione storica sui vari tipi di paralisi infantili.
Nel secondo capitolo si esaminerà lo sviluppo cerebrale nell’uomo, con particolare riferimento allo sviluppo dei circuiti motori. Nel terzo capitolo approfondirò un particolare tipo di paralisi infantile chiamata emiplegia.
Ed infine, l’ultimo capitolo si concentrerà sulle possibilità di interventi di trattamento e sui tipi di riabilitazione che il bambino con paralisi cerebrale deve affrontare nei suoi anni di vita fin dalla nascita

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
PREMESSA L’argomento approfondito in questa tesi rende necessaria una premessa su come l’esperienza personale diretta influisca spesso sui nostri interessi e sia ispiratrice di approfondimenti su temi ad essa legati. In questo caso possiamo proprio dire che questo è avvenuto. E’ avvenuta così la scelta di trattare questo argomento: dalla mia personale esperienza di vita che può essere la fonte dello scorrere delle nostre più vive energie interiori. Affetta da anni da una rara malattia cerebrale - diagnosticata in una percentuale minima di casi, e legata a una particolare forma di paralisi che comporta un deficit motorio degli arti superiori ed inferiori, denominato, in termini medici, emiplegia, cui è associato una forma di disordine migratorio della corteccia cerebrale, chiamata eterotopia corticale - la mia scelta di approfondire l’argomento delle Paralisi Cerebrali, è derivata dal bisogno personale, oltre che dall’interesse sul piano professionale, di saperne di più, di trovare una risposta, attraverso il difficile tentativo di comprendere ciò che si aggira intorno alla paralisi cerebrale, spesso relegata a dubbi e avvolta da un misterioso linguaggio al condizionale, fatto di impotenza e ricerca di risposte. Di fronte alla malattia come non sentirsi impotenti e in cerca di una risposta? Porsi in maniera realistica davanti alla sofferenza e scoprire nelle realtà più difficili un motivo di crescita personale in umanità, è il solo modo per dare un senso a questa esperienza, e dare un senso alla malattia vuol dire salvare il significato della stessa vita, quella dell’uomo, proteggerla dall’assurdo e dal vuoto, in cui, ad ogni momento, essa può rischiare di perdersi. 2

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

bambini
cervello
circuiti neuronali
difetti cerebrali
disabilità
emiplegia
immaturità
infanzia
ippoterapia
lesioni cerebrali
paralisi
paralisi cerebrali infantili
pci
pet therapy
plasticità
plasticità del sistema motorio
prematurità
psicologia
riabilitazione
risonanze magnetiche
sistema motorio
sviluppo
tetraplegia
tossina botulinica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi