Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Caratteristiche di una stazione GPS differenziale ed analisi dei dati

Caratteristiche di una stazione GPS differenziale ed analisi dei dati

Cap.1 GPS Differenziale
Cap.2 Il sistema GPS Differenziale
Cap.3 Reti di stazioni permamenti
Cap.4 Analisi dei dati

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Questo lavoro di tesi è il frutto dell'attività svolta da me in questi mesi presso la Telespazio (una delle principali aziende in Italia operante nel settore delle telecomunicazioni spaziali), la quale ha fornito tra l'altro un prezioso contributo nello sviluppo dell'obiettivo finale di questa tesi: l'analisi statistica degli errori di misura nella localizzazione GPS. I primi due capitoli introducono e affrontano l'argomento centrale di questo elaborato, ovvero il GPS differenziale. All'inizio si fa un richiamo al sistema GPS , al principio di funzionamento e alle cause d'errore nelle misure GPS che hanno portato alla nascita del GPS differenziale appunto. Dopo averne illustrato lo scopo, il funzionamento e le caratteristiche, si è passati al sistema GPS differenziale, cioè all'insieme di strumenti che mette in atto la tecnica differenziale. Particolare attenzione è stata prestata alla stazione differenziale, la sua funzione, le sue caratteristiche (antenna, ricevitore, ecc.), e i mezzi di trasmissione per la diffusione del segnale di correzione; quindi il protocollo standard RTCM con cui tali informazioni vengono trasmesse. Nel terzo capitolo si parla invece del ruolo che la stazione differenziale può assumere in un contesto piu ampio, ovvero quello di una rete di stazioni permanenti; vengono illustrate le implementazioni, le prestazioni e le applicazioni di una rete di stazioni differenziali permamenti. Inoltre a fine capitolo sono state elencate le specifiche tecniche contenute negli standard EUREF, a cui ogni stazione deve attenersi qualora voglia entrare a far parte della rete europea di stazioni permanenti EPN (la stazione differenziale che verrà installata prossimamente a Tor Vergata ne farà parte). Il lavoro di tesi, come già accennato, si è concretizzato nel fornire un'analisi statistica degli errori di misura GPS (capitolo 4). In particolar modo sono stati oggetto di analisi i dati GPS “puri”, ovvero privi di correzioni differenziali; e i dati DGPS che hanno ricevuto le correzioni di codice. I dati utilizzati per tale scopo sono stati acquisiti in Telespazio, in diverse sessioni di misura che si sono svolte nel mese di luglio e settembre 2006. Oltre all'analisi statistica dei dati, sono stati effettuati anche dei test statistici di verifica delle ipotesi statistiche. Per concludere desidero ringraziare gli Ing. Filippo Rodriguez e Federico Piacenza (Telespazio) oltre all'Ing. Mauro Leonardi (Tor Vergata), i quali mi hanno supportato nella realizzazione e stesura di questo lavoro e messo a mia disposizione le proprie conoscenze e capacità al fine di sciogliere i nodi che si sono presentati durante questo percorso. 3

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Romolo Calzolaio Contatta »

Composta da 69 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1728 click dal 23/09/2009.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.