Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Attività motoria e benessere: progetto Rimini Wellness

Questa tesi si basa sull’elaborazione e l’analisi di questionari distribuiti, da me e da altri studenti dell’Università di Bologna, presso la Fiera di Rimini in occasione del Rimini Wellness 2009 e riguardanti l’attività motoria e lo stile di vita. Il campione rappresentativo è costituito dal numero di partecipanti che è stato coinvolto nella compilazione del questionario, denominato Minnesota, i dati acquisiti sono stati in seguito analizzati statisticamente consentendo di ottenere i risultati poi discussi e commentati. In questa tesi di Laurea sono inoltre presentati gli aspetti fondamentali dell’attività motoria: partendo da una breve introduzione sul ruolo che ricopriva nell’antichità e sulle sfaccettature principali che assumeva nelle varie culture ed epoche, fino ad arrivare ai tempi moderni ed alla diffusione del wellness vero e proprio.
In Europa la sedentarietà è una condizione ormai epidemica; le prove che mettono in relazione l’inattività con una serie di malattie e disturbi fisici e mentali sono state riconosciute dalle principali autorità sociali e sanitarie a livello mondiale ma nonostante ciò attualmente non si riscontrano ancora sensibili miglioramenti nello stile di vita degli individui nelle nostre società, indotte dalla tecnologia e da lavori sedentari a non svolgere un’adeguata attività motoria. In questo elaborato sono quindi messi in evidenza i principali benefici che l’attività motoria è in grado di produrre a favore di molteplici strutture ed apparati dell’organismo umano, permettendone una funzionalità ed una efficienza ottimale e contrastando più attivamente gli effetti del normale invecchiamento.
Infine sono stati riportati ed analizzati i dati ed i risultati emersi dalla compilazione dei questionari compilati con la collaborazione dei partecipanti del Rimini Wellness; sono stati principalmente considerati gli stili di vita e la propensione alla attività motoria sia in termini quantitativi che qualitativi, per giungere ad una discussione conclusiva.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO I STORIA DELL’ATTIVITÀ MOTORIA Il comportamento sedentario, diffuso nella società occidentale, rappresenta un fattore estremamente inappropriato dello stile di vita; l’esercizio fisico infatti risulta essere un presidio profilattico, terapeutico e riabilitativo di rilievo nella prospettiva della salute umana. Esso è infatti essenziale nel migliorare il benessere generale, nel mantenere una buona funzionalità dell’organismo e nel prevenire l’insorgenza o la progressione di numerose condizioni patologiche. Il ruolo dell’attività motoria ai fini del buon equilibrio corporeo è un concetto antico e radicato nella storia dell’uomo; il termine esercizio infatti compare spesso nelle opere del medico greco Ippocrate (Kos 460-Larissa 377 aC), raffigurato in Figura 1. Figura 1. “Se fossimo in grado di fornire a ciascuno la giusta dose di nutrimento ed esercizio fisico, ne' in eccesso ne' in difetto, avremmo trovato la strada per la salute.” (Ippocrate).

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Motorie

Autore: Federico Spiga Contatta »

Composta da 76 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3368 click dal 09/11/2009.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.