Skip to content

Impiego della PEC in ambito amministrativo

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Scotto
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Informatica
  Relatore: Gianni Fenu
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 55

Utilizzo della PEC (posta elettronica certificata) nella pubblica amministrazione.

Con questa tesi si vuole mettere in evidenza l‟utilizzo della posta elettronica certificata nel processo di modernizzazione, legato all‟utilizzo delle nuove tecnologie informatiche e di comunicazione, che sta attraversando la pubblica amministrazione, in previsione dell‟obbiettivo che porterà alla eliminazione del supporto cartaceo per essere sostituito dal formato elettronico. La realizzazione di tale obbiettivo si sviluppa su diversi passaggi investendo le categorie che prendono parte alla società, legate alla pubblica amministrazione, quali le imprese, i professionisti e i cittadini. I diversi passaggi riguardano la dematerializzazione dei documenti verso il documento elettronico il quale per poter essere riconosciuto valido dalla norma deve avere una firma elettronica che attesti in maniera univoca colui che lo sottoscrive, inoltre per ottenere il massimo rendimento in termini di efficienza, efficacia ed economicità si deve avere la possibilità di gestire il flusso del documento tramite un sistema di posta elettronica certificata che garantisca l‟integrità e l‟autenticità dello stesso nonché la sicurezza e la privacy. La prima parte di questa tesi definisce lo stato attuale della pubblica amministrazione ponendo l‟attenzione sugli strumenti messi a disposizione dalle ICT che hanno una normativa ben definita, nella seconda parte si entra nello specifico del sistema di posta elettronica certificata ed in fine viene trattato l‟aspetto operativo e normativo di tale sistema.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 1 INTRODUZIONE Il processo evolutivo dettato dall'inevitabile avanzamento della tecnologia, fornisce mezzi e strumenti sempre più sofisticati ma al tempo stesso facili da usare dal quale è possibile ottenere degli ottimi risultati in tutti i settori che riguardano le attività svolte dall'uomo. Questo concetto ormai assodato dallo studio della storia ci porta al giorno d'oggi a vedere il cambiamento e l'adattamento come parte intrinseca della stessa natura umana e come tale, la conseguente ricerca di soluzioni ottimali atte al miglioramento di ogni attività ad essa legata ha permesso di raggiungere un stato di innovazione attualmente noto con il nome di “era digitale” e il modello di società che ne scaturisce è nota come “società dell'informazione” la cui caratteristica principale consiste nella continua e rapida evoluzione delle tecnologie, delle informazioni e della comunicazione. Questa società, basata sul Information and Comunication Technology (ICT), sta attraversando un periodo di cambiamento iniziato una decina di anni fa e tale processo si trova attualmente in una fase intermedia in cui si possono notare tanti cambiamenti su vari aspetti della vita quotidiana ma ancora c'è tanto da fare per poter raggiungere gli obbiettivi prefissati dalle istituzioni. Tali cambiamenti hanno investito praticamente tutti i settori incidendo sui vari aspetti economici e politici della società modificando le attività e i comportamenti degli individui, delle imprese e delle amministrazioni governative. L'uso della ICT come detto è entrato a far parte della vita quotidiana occupando una buona fetta delle attività svolte dai singoli per ciò che concerne la sfera privata ma anche le attività lavorative. L'importanza dell'utilizzo della ICT ha permesso un incremento della produttività e della qualità dei servizi offerti grazie al notevole risparmio in termini di tempo impiegato per lo svolgimento di ogni singola operazione, la quale viene resa molto più celere, al punto da diventare uno strumento fondamentale ed indispensabile, lo dimostra il fatto che diventa sempre più difficile reperire nel settore industriale, nel terziario o qualsiasi altro settore un ambiente lavorativo privo di apparecchiature digitali per esempio un terminale connesso ad una rete. Lo sconvolgimento che ha creato l'introduzione di tale tecnologia nella società è ormai diventato parte integrante della stessa fino al punto tale da travolgere i vari istituti ed enti dello Stato, il quale, non ha potuto far altro che adeguarsi a tale cambiamento con un processo di digitalizzazione che vede le sue applicazioni pratiche solo negli ultimi anni, generando un crescente consenso da parte del cittadino che trae notevoli vantaggi per il servizio offerto dalle pubbliche amministrazioni considerate sinonimo di burocrazia e come tale discreditata a causa della lentezza nello svolgimento delle proprie attività. Il processo di deburocratizzazione della pubblica amministrazione nasce proprio dalla mutazione del concetto di Stato inteso come “macchina burocratica” verso una visione più moderna e funzionale caratterizzata da trasparenza, accessibilità e condivisione, ponendo il cittadino in una posizione centrale e non più marginale come in passato, infatti vengono istituiti una serie di progetti e iniziative atte ad apportare un miglioramento netto dei servizi, in grado di garantire il rispetto del diritto dei cittadini, attraverso attività di comunicazione ed informazione come previsto dal piano normativo presente principalmente nella legge n° 150/2000 “disciplina delle attività di informazione e comunicazione delle pubbliche amministrazioni". L'attuazione del piano di informatizzazione della pubblica amministrazione essendo legato all'utilizzo di nuove tecnologie e non avendo una bibliografia esaustiva ha costretto il giurista ha creare delle normative apposite di conseguenza le nozioni tecniche e le applicazioni informatiche, inizialmente poco considerate, sono state rivalutate e inserite nel contesto legislativo prendendo parte al meccanismo in continua evoluzione che ha lo scopo di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi